Attualità

Fattorie didattiche per comprendere il territorio

Un’altra manifestazione, a livello regionale, oltre a “Fiori, Frutta, Qualitò” a Celle, è in corso, per la diffusione della cultura botanica ed ambientale, Ovvero “Fattorie didattiche” che, ieri ed oggi, domenica 30,  e domenica 30, ha dato modo, con la partecipazione di quarantacinque fattorie, a bambini, i primi destinatari della manifestazione,ed adulti, di vedere dove e come si formano gli alimenti che arrivano sulla nostra tavola ogni giorno, di raccontare cosa succede in una azienda agricola e di far partecipare chi vuole ad attività che consentono di  “toccare con mano”, di creare qualcosa di buono e sano. Sono più di cento i laboratori tenuti dalle Fattorie Didattiche coinvolte nella manifestazione, che comunque svolgono usualmente attività per le scuole, nel campo dell’educazione alimentare, dell’agricoltura e dell’ambiente.

Nel contesto è aperto il concorso fotografico “Scattiamo… in fattoria”. Le fotografie dovranno essere riprese il durante le visite e i laboratori svolti. Fino al 31 ottobre 2018 le foto potranno essere inviate con un massimo di tre per partecipante, in formato digitale, all’indirizzo email concorso.fattorieliguria@gmail.com oppure al numero WhatsApp 335 7101772; i partecipanti possono scegliere tra la categoria “adulti” oppure “bambini”, riservata ai fotografi più giovani che non abbiano ancora compiuto i 18 anni. Le fotografie giudicate meritevoli verranno premiate con prodotti enogastronomici liguri e avranno visibilità sul sito regionale e sulle pagine social. L’iniziativa “Fattorie aperte” è organizzata dalla Regione Liguria, in collaborazione con Unioncamere, l’Ufficio Scolastico Regionale, le organizzazioni professionali agricole (Cia, Cisl-UGC, Coldiretti e Confagricoltura) e della pesca (Coldiretti-Impresa pesca, ConfCooperative e Legacoop).

Le dieci aziende agricole savonesi che aderiscono all’ iniziativa sono: il Giardino dell’Orchidea di Ceriale (attività didattica offerta: piccolo botanico, identikit di un ortaggio, tinture naturali); Il Poggio del Nonno Piero di Cisano sul Neva (attività didattica: il meraviglioso mondo delle api con degustazione miele e laboratorio con la cera d’api); La Cà dell’Alpe di Rialto (attività didattica: – laboratori del pane e battesimo della sella); La Casa Rossa di Cairo Montenotte (attività didattica: – grooming con gli asinelli e gli animali della fattoria, la distillazione); La Ratatouille di Dego (attività didattica: a spasso con l’asino, percorso didattico-sensoriale nel bosco e laboratorio creativo); Munarin Caterina di Mioglia (attività didattica: la terra, il seme, il grano e la farina); U Beriun di Vendone (attività didattica: la mungitura della capra, dal latte al formaggio, impariamo a prenderci cura degli animali); Vivai Michelini di Borghetto Santo Spirito (attività didattica: vivere la natura, il gioco dell’oca, del coniglio e delle piante); Vivai Montina di Cisano sul Neva (attività didattica: percorso sensoriale alla scoperta della piante e dei loro segreti). Alle fattorie didattiche si aggiunge l’ittiturismo Il Gagollo di Bergeggi (attività didattica: cenni di arte marinaresca, eviscerazione ed edibilità del pesce, conosciamo il pesce e la pesca).

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: