Attualità

Florovivaismo di Albenga sul mercato telematico

La produzione florovivaistica delle piante in vaso, compresa l’eccellenza della produzione di Albenga, entra nella vetrina della Borsa Merci Telematica Italiana (BMTI), con un progetto con la regia del Cersaa di Albenga , cofinanziato dal sistema camerale nazionale. Un progetto di respiro nazionale ma di estrema importanza per la produzione di Albenga. 
La BMTI è un vero e proprio mercato telematico regolamentato dei prodotti agricoli, agroalimentari e ittici che conta oltre 40 mercati attivi (come mercato dei cereali,  dell’olio d’oliva e olio d’oliva Dop, Parmigiano Reggiano, salumi, ecc) e che si aprirà a 7 nuovi mercati compreso quello dei prodotti florovivaistici delle piante in vaso.

Alla Bmti possono accedere solo i soggetti abilitati all’intermediazione e gli operatori accreditati tramite una specifica procedura che presto sarà estesa anche ai produttori florovivaistici delle piante in vaso. Gli organi della Bmti sono la Deputazione nazionale che ha una funzione di vigilanza ed indirizzo, la società BMTI Scpa che gestisce la piattaforma telematica e il sistema camerale, con funzioni di supporto e promozione.
“E’ un’opportunità importante dal momento che permette di poter offrire alle piante  vaso una vetrina accreditata e ufficialmente riconosciuta – dice Giovanni Minuto, direttore del Cersaa –  offrendo maggiori chance e garanzie ai produttori per l’apertura di canali commerciali, soprattutto nei paesi esteri che acquistano circa il 60% della produzione di Albenga. Il progetto ha ovviamente respiro nazionale perché coinvolge la produzione delle piante in vaso di tutta Italia ma la primogenitura nasce ad Albenga”. Insomma si tratta di un mercato di ampia portata che promuoverà ulteriormente la produzione locale. Una produzione immette sul mercato, ogni anno,  tra i 100 e i 110 milioni di piante in vaso. “Per avere un’idea dei volumi – conclude Minuto – pensiamo che sul totale della produzione 12 milioni di vasi sono di margherite. Se li mettessimo in fila , uno dietro l’altro, si avrebbe una lunga linea che andrebbe da Albenga a Lisbona, oppure da Monaco di Baviera a Ragusa. Dei110 milioni totali il 63% sono piante aromatiche che vengono vendute prevalentemente all’estero”.
Nei giorni scorsi il Cersaa ha avuto alcuni incontri con i rappresentanti di categoria dei produttori e delle organizzazioni sindacali agricole della provincia che hanno dato il pieno sostegno al progetto. 
Gli organi della Bmti sono la Deputazione nazionale che ha una funzione di vigilanza ed indirizzo, la società BMTI Scpa che gestisce la piattaforma telematica e il sistema camerale con funzioni di supporto e promozione. ogni mercato telematico viene disciplinato da un apposito regolamento speciale di prodotto adottato dalla Deputazione Nazionale, su proposta della società di gestione di BMTI e sentito il relativo Comitato di filiera. Ogni Comitato è specifico per una singola categoria di prodotto ed è composto da operatori appartenenti a tutte le categorie della filiera ed esperti di mercato.

Angelo Damiani

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: