Attualità

Glassboy: Albenga come set

La produzione del film “Glassboy” ha scelto Albenga per alcune riprese e, in attesa che si inizi a girare, parte il casting per le comparse. “GlassBoy”, è il nuovo film del regista e sceneggiatore Samuele Rossi,liberamente ispirato al romanzo “Il Bambino di Vetro” di Fabrizio Silei (vincitore del Premio Andersen 2012) ed è una coproduzione internazionale tra Solaria Film, Peacock Film e WildArt Film, in collaborazione con Rai Cinema, con il contributo di MiBAC – Direzione Generale Cinema, Eurimages e Creative Europe, sostenuto dal programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema, Regione Lazio – Lazio Cinema International, Por/Fesr 2014-2020 Regione Liguria, Regione Calabria – Calabria Film Commission, Dipartimento Federale dell’Interno DFI, RSI – Radiotelevisione Svizzera, Austrian Film Institute.

ll film si avvale di un prestigioso cast di cui è “prima attrice” una inedita Loretta Goggi, nei panni di Nonna Helena; accanto a lei Giorgio Colangeli, Giorgia Wurth, Massimo Di Lorenzo, David Paryla e Pascal Ulli e il giovane Andrea Arru,che vanta già importanti collaborazioni tra le quali possiamo ricordare un ruolo nel nuovo film di Toni D’Angelo, “Calibro 9”, nei panni del protagonista Pino.

Accanto a questi attori protagonist si cercano 10 tra adulti e ragazzi per le riprese del 4 novembre; 8 adulti per il 5 novembre, quando si girerà presso l’ Ospedale; 12 adulti per il 6 novembre, e infine più bambini possibili e 5 adulti come professori per il 7 novembre, quando si girerà alle scuole Paccini.

Chi volesse candidarsi può inviare una mail al seguente indirizzo: veronica.rossi.savona@gmail.com evidenziando come oggetto: “Casting Glassboy” e precisando nel testo le proprie generalità: nome, cognome, codice fiscale, foto carta d’identità. Per i minori sarà necessaria la manleva da parte dei genitori.

Gli altri ragazzini, i membri della “banda” che coinvolgerà il piccolo Pino in molte avventure, saranno Rosa Barbolini (Mavi), Stefano Trapunzano (Ciccio), Gabriel Mannozzi (Domenico), Mia Polemari (Mei Ming), Luca Cagnetti (Gianni), Stefano Di Via e Emanuele De Paolis (i compari), tutti alla loro prima esperienza cinematografica.

Importantissima la collaborazione con Genova Liguria Film Commission una struttura non-profit (giuridicamente è una Fondazione) creata dalla Regione Liguria, dal Comune di Genova e da altre realtà territoriali liguri (Comuni, Parchi) con un obiettivo primario di marketing territoriale: attirare investimenti produttivi in Liguria nel settore della produzione audiovisiva (pubblicitaria, televisiva e cinematografica), inoltre funge da stimolo per la greazione di imprese nel settore dell’audiovisivo.

Il romanzo è la storia di Pino, un bambino emofilico fragile e insicuro, raccontata dalla abile penna dello scrittore Fabrizio Silei (Firenze, 1967), che così dice del suo racconto: «Tutti ci sentiamo fragili e incompresi ma la bellissima rosa può vivere meno del bocciolo mangiucchiato e appassito. Una lezione di verità e di speranza per tutti coloro che soffrono e convivono con malattie difficili e croniche».

 

Nella foto il regista Samuele Rossi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: