Attualità

Grande successo per la Liguria nel decimo Censimento dei Luoghi del Cuore FAI

Il decimo Censimento dei Luoghi del Cuore organizzato dal FAI, Fondo Ambiente Italiano, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, ha superato la metà del suo cammino, che si concluderà a dicembre; le sei Delegazioni e i sei Gruppi Giovani del FAI della Liguria sono orgogliosi di segnalare ai cittadini liguri e a tutti coloro che amano il nostro territorio, la sua natura, la sua cultura, la sua storia, che ben tre Luoghi del Cuore liguri si trovano in questo momento tra i primi dieci Luoghi più votati d’Italia. Tre Luoghi che, forse non per caso, si distribuiscono omogeneamente nel territorio regionale; uno a Ponente, uno a Genova, uno a Levante.

Il fatto che il 30% dei Luoghi della “top ten” nazionale si trovino in Liguria è tanto più degno di ammirazione considerando le piccole dimensioni della Liguria sia come superficie regionale che come popolazione. Onore quindi al merito, all’impegno e all’entusiasmo che ha animato – e ancora animerà – i comitati territoriali che si sono istituiti per sostenere le candidature dei diversi Luoghi del Cuore, i soci, i delegati, i volontari liguri del FAI; altrettanto onore e ringraziamento va a tutti i cittadini, liguri e no, che hanno votato questi Luoghi e a quelli che ancora li voteranno da oggi alla conclusione del censimento.

Attualmente al secondo posto della classifica nazionale con più di dodicimila voti troviamo la Ferrovia delle Meraviglie Cuneo – Ventimiglia – Nizza, un bene che il nostro territorio non può permettersi di perdere. La sua “corsa” nel censimento è sostenuta con medesimo impegno dai comitati e dai cittadini dei due versanti delle Alpi Liguri attraversati dalla ferrovia, il Ponente ligure e il Cuneese.

Al settimo posto, con più di novemila voti, c’è la Chiesa di San Michele Arcangelo di Pegazzano a La Spezia, Luogo già premiato nel censimento del 2016 col restauro di due suoi pregevoli altari.

Mentre con quasi ottomila voti si piazza al decimo posto della classifica nazionale la Villa Durazzo Pallavicini di Genova Pegli, già premiata nel censimento del 2018 col restauro del Chiosco delle Rose.

La Presidente Regionale FAI Liguria, architetto Roberta Cento Croce, dice Leggo con orgoglio la presenza così fitta di “Luoghi“ liguri nei primissimi posti della classifica nazionale. È il riconoscimento, da parte dei cittadini, della presenza attiva e propositiva del FAI in Liguria, l’attestazione della loro fiducia nel FAI per quanto si potrà ancora fare in futuro. A questo proposito sono particolarmente felice dell’ottimo risultato della Cuneo -Ventimiglia – Nizza perché ricordo l’impegno appassionato espresso dal FAI nel 2013 per la sua salvezza e la gioia per il buon esito delle iniziative messe in atto dai cittadini e da noi insieme a loro, che ne hanno permesso il restauro e impedito la morte. Speriamo di poter fare ancora qualcosa perché venga restituita definitivamente al suo territorio.

Penso anche con soddisfazione ai recenti restauri legati ai “Luoghi del Cuore” nella chiesa di San Michele Arcangelo a Pegazzano e nel Parco di Villa Durazzo Pallavicini: spero che presto si possano inaugurare nuovi restauri in entrambi i beni. Ammiro la costanza dei cittadini che insistono nel cimento per amore del proprio Luogo del Cuore; è buon segno quando le persone sperano e combattono, quando credono nella propria possibilità di fare la differenza: e se il FAI ha dato loro uno strumento per far sentire la propria voce, per contare, ha fatto veramente un buon lavoro”.

Non bisogna dimenticare che altri tre Luoghi del Cuore liguri sono presenti tra i primi cinquanta segnalati dagli italiani. Lo stupendo borgo di Monesteroli (La Spezia) al 19° posto, Villa Pallavicini a Genova Rivarolo al 39° e il Convento di San Giacomo a Savona al 49° ci rappresentano un territorio ricco di bellezze e di persone sensibili e appassionate che vogliono tutelarle.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: