Musica

“Guida Galattica per Autostoppisti” domani sera a Noli

Per la prima volta a Noli, i colori del cinema seconda edizione, rassegna organizzata dal Comune di Noli in collaborazione con l’Associazione culturale no profit Kinoglaz in scena la fantascienza! E per avvicinarci al genere combinato con avventura, risate, creature aliene e, per portare in spiaggia – nella settimana più calda dell’estate – grandi e piccoli, il grande classico, diventato davvero un cult movie, Guida galattica per autostoppisti di Garth Jennings con John Malkovich e tratto dall’omonima romanzo di Douglas Adams che condensò nel testo (ne seguiranno altri 4) il repertorio irriverente e totalmente surreale dei suoi episodi radiofonici, costruiti su battute a raffica mai volgari e uno spunto di partenza accattivante: un terrestre, sopravvissuto alla distruzione della terra, alle prese con lo sconfinato e misterioso universo.

Adams che proprio pochi mesi fa, a marzo – quando avrebbe compiuto 60 anni -, è stato celebrato in patria, a Londra con un grande tributo.
Il film – che non tradisce il testo di partenza, spunto anche del cartoon Futurama – gioca tra fantascienza e commedia sovversiva (con centinaia di gag), satirica, intelligente e di fine ironia, quasi filosofica, inaugurata dallo spirito salace dei Monty Python e rinverdita spesso dal lavoro dell’autore Terry Gilliam, come sottolineato da diversi critici quando il film arrivò in Italia nell’estate del 2006.
Il protagonista è Arthur Dent, un single inglese timido, insicuro e introverso che si alza un mattino non avendo ben chiaro cosa ne sarà della sua giornata e della sua vita perché una burocrazia ottusa sta per demolire la sua casa per costruire una tangenziale. Disperato Arthur ancora non sa che il suo caro amico Ford (Mos Def) che in realtà è un alieno che arriva da Betelguse, lo sta per salvare dalla ben più devastante distruzione del nostro pianeta ad opera dei Vogon, gli ottusi burocrati dello spazio, creature orripilanti che non solo presentano tutti i più esasperanti difetti degli umani burocrati, ma risultano anche pessimi e orgogliosi poeti, il cui motto è “resistere è inutile”. Ford trascinerà, ancora in accappatoio Arthur in una straordinaria avventura nel cosmo dove incontrerà anche Trisha (Zooey Deschanel), la ragazza che lo ha fatto innamorare. Ad aiutarli la celeberrima guida galattica per autostoppisti di cui Ford è uno dei redattori: un fantastico compendio elettronico (la cui voce in originale è prestata dall’attore Stephen Fry) che racchiude le indicazioni vitali per sopravvivere nell’universo sconosciuto, e sul quale campeggia – rassicurante – la scritta “Don’t Panic”.
Garth Jennings, al suo debutto nel lungometraggio dopo aver diretto pubblicità e video musicali dei Blur, R.E.M. e Supergrass ha lavorato prima di tutto sulla sceneggiatura che lo stesso Adams, prima della morte, aveva delineato aggiungendo nuovi personaggi come Humma Kavula, poi interpretato dallo straordinario John Malkovich. Con coraggio ed efficacia Jennings – scelto per dirigere il film che anche Jay Roach, Spike Jonze, James Cameron e Terry Gilliam avrebbero voluto girare perché grandi fan della serie letteraria – ha saputo coniugare immagini in digitale, le animazioni della guida (da gustare fino al termine dei titoli di coda) con effetti prettamente fisici e materici come i Vogon per non tradire lo spirito fantasioso, inventivo ma anche umano che il film doveva avere.
Arthur, per sopravvivere nello spazio, non deve perdere il suo asciugamano…quello fondamentale anche per gustarsi il film nella suggestiva location della Spiaggia dei Pescatori di Noli!
A tutti gli adulti verrà consegnata una scheda di approfondimento sul film e a tutti i bimbi che parteciperanno verrà regalata una scheda con immagini del film tutte da colorare

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: