Attualità

Hallo I’m Stanley Kubrick. Is Mr Morricone at home ?

Dovette andare pressappoco così in un giorno non meglio precisato del 1970. Il telefono della casa romana di Ennio Morricone che squilla e all’altro capo del filo Stanley Kubrick che prima si complimenta con il compositore romano per le musiche del film di Elio Petri “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” che avrebbe di lì  poco vinto l’Oscar come miglior film straniero nel 1971 e poi propone una collaborazione. Il film per di Kubrick che Morricone avrebbe dovuto musicare era niente poco di meno che Arancia Meccanica:

“Avviammo la trattativa e il primo problema si generò con la discussione sul luogo dove registrare. Kubrick non amava volare e voleva fare tutto a Londra, mentre io avrei preferito Roma perché ero molto impegnato. Stavo già lavorando a Giù la testa e perciò, alla fine, mi vidi costretto a rifiutare l’incarico, con grande dispiacere”.

Di certo a Morricone restò il rammarico di non aver potuto lavorare col grande regista americano.

Non sapremo mai quale sarebbe stato il prodotto finito di Arancia Meccanica in salsa Morricone, il quale fra l’altro non mancò di elogiare il lavoro fatto dal collega Walter Carlos: “fu una grande intuizione ricorrere a brani classici di Beethoven rielaborati con i sintetizzatori” (fonte Ennio Morricone “Inseguendo quel suono. La mia musica, la mia vita”. ).

 

 

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: