Politica

“Il 2019 che vorrei…” – Intervista al sindaco di Borghetto Santo Spirito Giancarlo Canepa

La fine di un anno porta con sé i bilanci delle esperienze che si sono fatte ed è così anche per gli amministratori pubblici che riassumono le opere già realizzate e quelle ancore da realizzare. I sindaci della provincia di Savona non fanno eccezione e per l’anno nuovo hanno alcuni desideri e progetti.

Oggi è il turno di Giancarlo Canepa, sindaco di Borghetto Santo Spirito, eletto nella lista civica di centro-destra “Borghetto c’è” ed in carica dal 12/06/2017.

 

Situazione generale del comune dal punto di vista finanziario

Questo è per noi il tasto più dolente perché siamo in pre-dissesto ed il nostro è il secondo comune della provincia, dopo il capoluogo Savona, in questa situazione. Il piano di rientro decennale ci limita e siamo in attesa che la Corte dei Conti lo approvi. Spero che la vendita della farmacia si concluda entro la fine dell’anno perché ciò è fondamentale per il piano di rientro e se tutte le condizioni si verificano i benefici si cominceranno a vedere dopo qualche anno

 

Cosa vorrebbe dal Governo centrale per il Suo comune?

Vorrei più attenzioni per gli enti locali e più distribuzione delle risorse perché noi sindaci siamo esattori per conto dello Stato. Vorrei anche che si risolvesse il problema delle infrastrutture, che si è aggravato dopo la tragedia del Ponte Morandi, perché se avviene un incidente la circolazione è paralizzata

 

Se si votasse oggi pensa che verrebbe rieletto?

Credo di sì perché quando si governa è inevitabile accontentare qualcuno e scontentare altri anche se la gente mi dimostra affetto

 

Tre promesse concrete per il 2019

Proseguiamo l’azione per il problema spazzatura che, essendo gestita da Ata, ha un problema di raccolta alla base, spero che venga approvato il Piano Urbanistico Comunale PUC e con la tassa di soggiorno cerchiamo di migliorare il servizio turistico

 

Un bilancio della Sua amministrazione

Sono qui da un anno e mezzo ed il mio percorso è solamente all’inizio quindi sono ancora in una fase di riordino generale dell’ente

 

E’ soddisfatto del suo lavoro svolto fino ad ora come sindaco?

Si può fare di meglio, tanto è già stato fatto ma molto è ancora da fare

 

Si ricandida alle prossime elezioni amministrative?

Valuterò le condizioni perché è ancora troppo presto per dirlo essendo in carica da circa un anno e mezzo

 

Una frase che la rappresenta

Non mollare mai

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: