AttualitàEconomia

Il generale Visintin segretario dell’Authority

Il Comitato Portuale, riunito questa mattina per l’ultima volta nell’attuale composizione -essendo scaduti i 4 anni di mandato- ha approvato con votazione unanime l’indicazione del generale della Guardia di Finanza Roberto Visintin (nella foto) quale Segretario del Porto di Savona, proposto dal presidente Rino Canavese dopo le dimissioni per pensionamento di Emma Mazzitelli, carica che ha ricoperto negli ultimi 8 anni, ma la cui carriera nel Porto savonese era iniziata 34 anni fa.

Un Comitato compatto ha espresso un coro di pareri favorevoli nei confronti della scelta di Visintin; sulla stessa linea si sono trovate tutte le istituzioni locali presenti, i rappresentanti degli operatori portuali e dei lavoratori. L’ok alla nomina è arrivato dalla Regione, dai quattro Comuni rappresentati in seno al Comitato, Savona, Albissola Marina, Vado Ligure e Bergeggi, dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Savona. Sindacati schierati per il sì in modo unitario, favorevoli terminalisti, spedizionieri e Utenti del Porto. Cinquantadue anni, nella Guardia di Finanza da 33, Roberto Visintin è stato promosso colonnello nel 2005 quando era comandante della Scuola Alpina delle Fiamme Gialle, a Predazzo. Dal settembre del 2006 è comandante provinciale di Savona. Laureato in Scienze della Sicurezza Economico – Finanziaria, iscritto nel Registro dei Revisori dei Conti, Visintin è anche istruttore militare di sci, alpinismo e di educazione fisica. Nel corso della sua carriera ha ricevuto 11 encomi solenni, 10 encomi semplici, 7 elogi, Decorato con la Medaglia Militare d’Oro al merito di lungo comando, gli è stata anche attribuita la Croce d’Oro per per anzianità di servizio, la Medaglia commemorativa per interventi in pubbliche calamità, l’onorificenza di Cavaliere all’Ordine della Repubblica Italiana, la Medaglia Mauriziana e l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine di San Silvestro Papa. “A Savona il Comitato Portuale ha sempre preso decisioni condivise – ha sottolineato il presidente Rino Canavese al termine della seduta -. Anche questa volta, davanti alla necessità di dare risposte trasparenti al porto che sta per affrontare cambiamenti importanti e progetti fondamentali per il suo sviluppo, ha dimostrato compattezza e forte determinazione, indispensabili per fare le scelte migliori”. Nel corso della riunione che ha approvato anche la modifica alla pianta organica dell’ente con due posti dirigenziali in più rispetto agli attuali cinque. Il Comitato, accogliendo l’espressione favorevole del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, ha dato il via libera con voto unanime al nuovo assetto organizzativo dell’ente.

Tutti d’accordo anche a manifestare sostegno alla Compagnia Portuale Pippo Rebagliati, in difficoltà dopo la sentenza che la condanna a un risarcimento milionario per i danni dell’amianto subiti da due dipendenti deceduti anni fa. E’ stato deciso di predisporre un documento, a firma di Comune di Savona, Provincia, Autorità Portuale e sindacati per ribadire pubblicamente la necessità di aiutare i lavoratori nelle forme adeguate.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: