Musica

Il grande Carnevale di Nizza

La centoventottesima edizione del carnevale nizzardo, la più importante manifesatazione invernale della Costa Azzurra, quest’anno ha deciso di rinnovare il programma degli eventi, adattandolo alle esigenze soprattutto delle famiglie, che costituiscono una buona parte del pubblico internazionale che assiste a queste due settimane di feste. Sarà sua maestà il Re dello Sport a regnare sul carnevale, un richiamo all’attualità olimpica di Londra 2012, ed anche ai forti legami che, da due secoli, uniscono la Costa Azzurra alla Gran Bretagna. Un doveroso omaggio a tutte le competizioni sportive che si svolgeranno nell’anno olimpico.

Cuore del carnevale sarà Piazza Massena, dove si riuniranno i venti carri a tema ed una trentina di “grosses tetes”, oltre a musicisti, ballerini, e acrobati provenienti da varie parti del mondo e, naturalmente, una marea di fiori. La battaglia dei fiori, le cui origini risalgono alla seconda metà dell’ottocento, quando Andriot Saetone la ideò sulla Promenade des Anglais, inizialmente altro non era che uno scambio di omaggi floreali, frutto, allora come oggi, di un’importante produzione locale. La cosa piacque molto ai facoltosi turisti, che da tutt’Europa giungevano in questo lembo di Francia, sino a diventare quella che si può definire una vera e propria battaglia. Il carnevale di Nizza, anche quest’anno, si dimostra particolarmente attento ai risvolti ecologici della manifestazione, al fine di poterla mantenere in essere senza problemi; le vetturette addette allo smaltiimento dei residui floreali sono tutte elettriche, e l’impegno per fare del carnevale una manifestazione “verde”, si rinnova di anno in anno. Da ogni carro, le modelle in costume lanciano, durante tutta la manifestazione, centinaia di migliaia di fiori. E quindi, dalle quattro alle cinque tonnellate di rifiuti, per lo più floreali, vengono ogni giorno raccolte e successivamente riciclate. Le sfilate si svolgeranno sia di giorno che in notturna, e gli spettatori potranno scegliere, fra vari pacchetti, gli spettacoli ai quali desiderano assistere. Tutti i carri, quest’anno particolarmente voluminosi e ricchi, saranno illuminati, come d’altronde tutto il centro della città, che offrirà uno spettacolo veramente suggestivo. L’ingresso parte da dieci euro, gratuito per i bambini sino ai sei anni di età. I ragazzi potranno anche usufruire, sempre gratuitamente, del parco giochi Alberto I, che propone molteplici attività e divertimenti. Il carnevale di Nizza è un evento che suscita la partecipazione di tutta la città, coinvolgendo le scuole e dipanandosi in molti quartieri urbani che, con i propri carri, affiancano quelli ufficiali. Le manifestazioni inizieranno, come detto, il 17 febbraio, quando, in serata, alle 20,30, le chiavi della città saranno consegnate a sua maestà il Re dello Sport, che annuncierà l’arrivo dell’effimero, perché il carnevale è pur sempre legato alla trasgressione: semel in anno licet insanire. Info: www.nicecarnaval.com
Filippo De Nobili

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: