Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀ

Il Pala Trincee intitolato a Lelio Speranza, l’assessore Rossello: “un grande savonese da ricordare”

Comune e Coni promuovono una cerimonia domenica 5 giugno alle ore 10 per ricordare il partigiano e il punto di riferimento per lo sport.

Domenica 5 giugno alle ore 10 si terrà la cerimonia di intitolazione al cav. Lelio Speranza del Pala Trincee, la
palestra dedicata agli sport su rotelle nei giardini Atleti azzurri d’Italia. La cerimonia è promossa dal Comune di Savona e dal Coni provinciale e vedrà anche la partecipazione del Comitato Paralimpico e di una delegazione
della FIVL di cui è stato fondatore, dirigente nazionale e presidente regionale. Lelio Speranza infatti, si aggregò giovanissimo alla Resistenza partigiana nelle fila della divisione Fumagalli del comandante Enrico Martini detto
“Mauri”. Fu arrestato prima dai tedeschi e poi dai fascisti, ma entrambe le volte riuscì a evadere e a guidare la propria brigata verso la Liberazione di Savona. Fu presidente provinciale del Coni dal 1977 al 2012 diventando un punto di riferimento fondamentale per lo sport savonese. “La giornata del 5 giugno – dichiara l’
Assessore allo Sport Francesco Rossello- sarà l’occasione per celebrare un grande savonese legando il suo nome a un importante impianto sportivo. È giusto ricordare la figura di Speranza non solo come punto di riferimento dello sport savonese per diversi decenni, ma anche come uomo della Resistenza, protagonista della Liberazione della città e promotore, fino all’ultimo, dei valori di fratellanza e solidarietà propri tanto dell’antifascismo quanto dello sport. Sarà una giornata importante per la quale ci tengo a ringraziare i figli di Lelio Speranza, Carlo e Anna, il Coni per il prezioso contributo e il Comitato paralimpico per la vicinanza e la
presenza”. “Siamo orgogliosi che Savona abbia intitolato la struttura di via Trincee a Lelio Speranza – afferma il delegato provinciale del Coni Roberto Pizzorno – che è ricordato in tutta Italia per il suo grande carisma, la sua determinazione e per aver portato nel mondo dello sport quei diritti fondamentali, come diceva lui, che erano e che devono essere, l’amicizia, la fratellanza e la solidarietà. Speranza ci ha lasciato questi valori che tutto il mondo sportivo savonese deve portare avanti. Grazie all’amministrazione comunale di Savona che ha voluto inserire l’intitolazione del PalaSperanza, nell’ambito della Festa Nazionale dello Sport che il Coni celebra il 5 giugno in tutte le città italiane. Questa manifestazione arricchisce la giornata in ricordo di Speranza che nei suoi interventi amava ripetere viva lo Sport, viva Savona, viva il Coni”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: