Please assign a menu to the primary menu location under menu

Il punto di Virginia

Il punto di Virginia

Nuovo anno: stesse pillole di wellness

Ad ogni inizio anno, a partire dal mese di gennaio, ci ripromettiamo sempre di attuare dei buoni propositi che in genere riguardano il mangiare meglio, il fare sport, perdere peso e imparare a gestire lo stress, come se volessimo avere delle opportunità per cambiare e per migliorare il nostro stile di vita e noi stessi. L’ importante è fissare degli obiettivi ed essere convinti e motivati sufficientemente per realizzarli. Capisco che sia difficile rimanere a lungo fedeli alle proprie buone intenzioni, ma se iniziamo a prefissarci obiettivi facilmente realizzabili e sostenibili, il più è fatto e la formazione di nuove abitudini e l’abbandono di quelle vecchie, è una strada percorribile. Non chiediamo a noi stessi di rivoluzionare la nostra vita, ma semplicemente di darci opportunità di cambiare iniziando dalle cose più semplici. 

Dobbiamo essere realisti, dobbiamo pianificare in anticipo i nostri cambiamenti, darci un piano per il nuovo anno, condividere con gli amici e i famigliari le proprie intenzioni, sia per essere supportati, ma anche seguiti nei buoni propositi motivandosi a vicenda. Capiterà che durante questo percorso ci saranno degli errori occasionali, come una trasgressione alimentare, ma non dobbiamo preoccuparci e punirci. Dobbiamo semplicemente riprendere il percorso. Capiterà anche che ci troveremo a corto di energia, che non avremo voglia di continuare il cambiamento delle cattive abitudini, ma scusiamoci con noi stessi e impegnamoci di nuovo. Questa premessa era necessaria per introdurre e porre delle domande al Dott. Marco Zanetti, biologo e altre due lauree in Farmacia e Scienza dell’Alimentazione, mio importante riferimento nel settore del wellness e del vivere il più a lungo possibile, con le sue innumerevoli e semplici pillole per realizzarlo. 

Dott. Zanetti, cosa ci suggerisce per preservare la propria salute e tema sempre più importante, rallentare l’invecchiamento il più a lungo possibile?

Dobbiamo fare cose semplici. Inutile promettere cose impossibili e cose trovate su internet che spesso non sono vere e sono fuorvianti. Argomenti come: “vivere fino a 130 anni”, “ho il segreto della longevità, iscriviti e ti dirò le cose che nessuno ti ha mai detto”, o ancora “seguimi e vi faro’ perdere chili senza fare dieta e senza fare attività fisica”. Cose assurde come spesso troviamo su internet, fatte di guru costruiti a suon di denaro. Quando ci sono certe promesse, quando ci si eleva a Guru con segreti mai rivelati, potete star certi che si tratta di solo business e poche verità scientifiche. Ci sono invece cose che forse possono aiutarci a meglio gestire la dieta se non ne abbiamo una personale fatta su misura da uno specialista.”

Quindi la nostra dieta cosa dovrebbe comprendere?

“Innanzitutto parto dalle proteine, spesso trattate male da chi ritiene che ci si possa preservare mangiando solo frutta e verdura. Ricordiamoci che siamo fatti di proteine principalmente. Il DNA è il codice delle nostre proteine. Gli anticorpi sono proteine. La struttura del corpo e delle cellule è fatta di proteine. i vostri muscoli sono composti principalmente di proteine. E allora perchè mangiarne poche quando il turnover è almeno di 50-70 gr al giorno?. Ricordatevi inoltre che se vi allenate il fabbisogno di proteine è ancora superiore alla quantità prescritta. Se siete anziani, sappiate bene, ne avete bisogno ancora di più. Un grammo di proteine per chilo è solo il minimo necessario. 

In ultimo, la carne o il pesce non dovrebbero essere eliminati a meno che la vostra alimentazione vegetariana o vegana sia ben costruita in modo da garantire la giusta percentuale di proteine nella dieta.”

E dei famigerati grassi e dei terribili zuccheri cosa ne facciamo?

“I grassi non fanno male. I grassi ci devono essere. Dovete fare attenzione alla tipologia e preferire grassi vegetali o del pesce, ma non eliminarli riducendoli al lumicino. Se cosi fate abbassate il metabolismo e consumate poco e non assorbite le vitamine liposolubili. Quindi i grassi nella dieta ci devono essere e dovete avere olio di oliva, avocado e frutta secca. E a volte uova o formaggi per almeno il 20% del totale del fabbisogno calorico.

Non è vero poi che i glucidi e gli zuccheri fan male. Dipende quali e quanti. Fate una dieta ricca di cereali integrali e legumi e con almeno due porzioni di frutta al giorno. Se vi allenate poi ricordate che i muscoli come il cervello han bisogno di glucosio. Non solo esso è accumulato nel fegato e nei muscoli sotto forma di Glicogeno. Se questo manca, il corpo reagisce negativamente e riduce la produzione ormonale e non dimagrite. Non devono mai mancare le verdure crude e le cotte è meglio mangiarle la sera.”

Quali sono le vitamine migliori e quali altri consigli dobbiamo avere a mente per attivare una prevenzione?

“Assicuratevi la giusta quantità di vitamina C. Io ad esempio prendo per tutto l’inverno 1 gr di vitamina C al giorno e integro la vitamina D, oltre alle vitamine provenienti dal cibo e da un complesso vitaminico. Queste sono un vero scudo contro le malattie invernali.

La salute parte dall’intestino. Esso deve essere sano e in tutti i modi la funzionalità deve essere regolare. Con le adatte iniziative si può regolarizzare e facilitare lo stare bene. Dovete assumere per star bene almeno 3 grammi di grassi insaturi omega 3 ogni giorno con la dieta e se questo non bastasse dobbiamo integrarlo. Sarebbe molto importante almeno una volta l’anno fare della analisi preventive personalizzate sulla vostra storia medica e sulla vostra età. Questo è il miglior modo per fare prevenzione rilevando campanelli di allarme prima che sia tardi. Una visita andrologica ogni due anni per l’uomo e una ginecologica per la donna affiancata da cure soprattutto in età della menopausa.

Non tralasciate di bere e purificare i reni con acqua. per almeno 1 ml ogni kcal che mangiate. Per dieta di 2000 kcla sarebbe necessario e salutare bere 2 litri di acqua al giorno.

Mi raccomando di consumare pochi fritti e pochi alimenti alla brace o bruciati perché questi stimolano in maniera eccessiva la produzione di radicali liberi e tossine procancerogene. Per finire, ridurre gli insaccati pieni di conservanti e coloranti.”

E per finire quali consigli finali?

“Fate movimento fisico sempre e tutti i giorni per almeno 30 minuti o aerobico o con pesi per stimolare la crescita della massa muscolare. Cercate di dormire bene: esistono integratori che rilassano la sera come il magnesio e la melatonina e vitamine del complesso B che riducono gli effetti negativi dello stress del lavoro e della vita. E poi ovviamente potete sgarrare e mangiare anche quello che vi piace. Non esiste una dieta che non preveda come ho sempre indicato da trent’anni la possibilità di mangiare anche schifezze. Inutile vivere da malato per cercare di non morire. La dieta avrà una influenza al massimo per un 10% sulla lunghezza della vita. Una volta a settimana potete quindi concedeverlo.”

Virginia Sanchesi

Scrivetemi a tuchiediloame@gmail.com o contattaci in redazione  e saremo felici di aprire un contatto diretto o una chat fra me e voi.!!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: