Sport

Inaugurate a Pontedassio le strutture dell’impianto coperto polisportivo di località Rugge

Giornata sportiva storica a Pontedassio, domenica 20 maggio. Dopo un inverno di attività sperimentali, collegate alla pratica del fronton-one wall, è stato ufficialmente inaugurata la struttura coperta per gli sport sferistici. Questo edificio completa in modo materiale l’ampio sferisterio all’aperto collocato ad un livello superiore di un sistema che ospita già campo di calcio e bocciodromo. Pontedassio e tutto il comprensorio si arricchiscono così di un ulteriore luogo di aggregazione e di pratica sportiva.

Nelle intenzioni dell’ASD Pro Loco Pontedassio, gestori dell’impianto, c’è un progetto di sviluppo che comprende l’attività sferistica (fronton, frontball, palla elastica ovvero la popolare “baletta”) ed anche il tennis con una particolare struttura di rete mobile. L’impegno di ieri è stato particolarmente vivace con il sostegno degli “amici della baletta”, che conta numerosi appassionati, anche tra chi ha dato aiuto per lo sviluppo invernale delle strutture, come Giovanni Ranoisio, Roberto Acquarone, Marco Simone, Luca Lepri, Paolo Gheza ed altri. Si è così disputato un lungo ed accanito torneo di palla elastica “al corto”, in cui si sono cimentati quasi tutti gli esperti della specialità. Una bella sfida, come al solito, tra giovani promesse (e certezze) ed attempati quanto esperti giocatori. Le numerose terne si sono alternate al gioco tanto al mattino quanto al pomeriggio, quando la kermesse si è conclusa ormai verso l’ora di cena. Ammesso che si avesse voglia di cenare, in quanto le “signore del pallonetto” hanno preparato un pranzo sportivo quanto luculliano ed apprezzato dagli astanti e dagli appassionati. Va detto che questi angeli del sostegno allo sport sono tanto di Pontedassio, quanto di Bestagno, Sant’Agata, Villa Viani e via dicendo. Il movimento ha una forte partecipazione, dunque.
Alle ore 16 circa, si procede all’inaugurazione ufficiale, presenti il sindaco Franco Ardissone fresco di doccia (aveva appena giocato), assessori come Ina Ramoino e Piero Rainaldi e un consigliere delegato allo sport molto tenace quale Paolo Dulbecco. Il solenne momento è stato seguito da una accorata benedizione del sempre attivo parroco don Giuseppe.
Il torneo è poi continuato, con partite di semifinale e finale in cui ha primeggiato la terna di Roberto Acquarone, Davide Somà e Silvano Anfossi, che aveva sostituito Marco Simone. Notevole la prestazione dei locali Ventimiglia junior, Franco Calmarini e Pasqualino Anselmi. Al terzo posto il gruppo di Sant’Agata, sempre molto capaci “al corto”: sugli scudi Marco Sasso ed uno psichedelico Luca Lepri. Al quarto posto il potente Ranoisio coadiuvato da Gravagno e Giacobbe. Non sono mancati acuti dei tanti giocatori presenti, da Enrico Michelis, al già citato Dulbecco, alla famiglia Gheza, che tanto darà al movimento giovanile, come del resto si apprezza l’intero sforzo della famiglia Somà e via dicendo. Ovviamente si è all’all’inizio della stagione sferistica e si andrà di piazza in piazza per avventure sempre nuove. “Caccia presa” dunque a Pontedassio e “s’a passa finc’a passa”. Prossimo appuntamento il 26 e 27 maggio in quel di Villa Viani.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: