AttualitàCultura e Musica

La battaglia di Nowo Postolajowka

Oggii, domenica 12 gennaio, a Cairo Montenotte si ricorderà, con una cerimonia ufficiale sotto il patrocinio del Comune di Cairo Montenotte e della sezione provinciale dell’A.N.A. – Associazione Nazionale Alpini – la battaglia di Nowo Postolajowka, combattuta il 20 gennaio 1943 dalle truppe alpine italiane per cercare di rompere l’accerchiamento nel quale l’Armata rossa stava chiudendo il nostro Corpo di spedizione, scontro terribile sostenuto unicamente dagli italiani, senza essere affiancati dai tedeschi, allora alleati.
Il generale Emilio Battisti, nella relazione “La Divisione Alpina Cuneense al fronte russo”, scrisse: “Il giorno 20 gennaio, per rompere lo sbarramento nemico … furono impiegati … quattro battaglioni alpini che andarono quasi completamente distrutti.”
Il generale Emilio Faldella, nella sua “Storia delle truppe alpine”, così definisce la battaglia di Nowo Postojalowka: ” … quella sanguinosa, disperata battaglia che durò, pressoché ininterrotta, per più di trenta ore ed in cui rifulse il sovrumano e sfortunato valore dei battaglioni e dei gruppi della Julia e della Cunennse, che ne uscirono poco meno che distrutti”. … la più dura, lunga e cruenta fra le molte sostenute dagli alpini, sia in linea sia nel corso del ripiegamento.”
Caddero, nella dura battaglia, tra gli altri, molti alpini originari delle nostre parti; ben ottantadue erano di Cairo Montenotte, ma anche Ceva e Saluzzo contano i loro caduti, anzi la Divisione Alpina Cuneense pare subisse la maggior parte di perdite rispetto a tutti gli altri reparti dell’Esercito Italiano durante la Seconda Guerra Mondiale. Per anni si è ricordata soprattutto la battaglia di Nikolajewka, nella quale i reparti superstiti della Divisione Tridentina, con altri militari di diversi corpi e specialità, sbandati durante la ritirata già iniziata, pur messi a durissima prova dalla fame, dal freddo e dalla fatica, riuscirono ad aprirsi il varco per uscire dalla saccatura in cui erano stati chiusi dai sovietici.
La battaglia di Nowo Postojalowka venne invece quasi del tutto ignorata più essendo ritenuta ben pià rilevante per le forze militari impegnate sul campo e per il numero di caduti e dispersi.
Di seguito il programma dlla mattinata cairese:

Della Ricorrenza della Battaglia di Postolajowka
In cui 82 Alpini Cairesi inquadrati nella divisione Cunense morirono in combattimento ma anche nella ritirata del nemico Generale inverno
Dei quasi 13.000 della divisione
Ritrovo in Piazza della Vittoria
Ore 09.30
Inizio Cerimonia deposizione
Corona Alloro silenzio e inno del Piave
Ore 10.00
Ore 10.40
(20 minuti x un caffè )
Il corteo si reca
Ore 11.00 In Duomo San Lorenzo
Inizio Messa
Preghiera dell’ Alpino
Ore 12.00
Fine Cerimonia

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: