Attualità

“Lavori in corso”: apre cantiere Maersk

Tre grandi lettere bianche in campo blu – GLF (Grandi Lavori Fincosit) – affiancate da un cartello su cui compaiono i nomi dei responsabili del cantiere. E’ APM Terminal Vado Ligure che prende “visivamente” in consegna il tratto di costa, davanti a Porto Vado, dove sono iniziati i lavori per la costruzione della piattaforma multipurpose che dal 2015 – secondo le tabelle di marcia da tempo annunciate – inizierà ad ospitare i contenitori targati Maersk e gli attracchi per rinfuse solide e liquide oggi attestati ai pontili che si allungano nella rada di Vado Ligure.

Il cartello, sistemato nei giorni scorsi, riguarda specificatamente i lavori di primo lotto per la realizzazione del nuovo accosto Esso e per la modifica dell’accosto Petrolig. Si tratta di opere inserite in un cronoprogramma studiato nei minimi dettagli e che prevede, nelle fasi iniziali, il riposizionamento dei terminali rinfusieri, in modo da non interrompere la continuità del servizio. Solo in un secondo tempo potranno essere demoliti i pontili (non solo Esso ma anche San Raffaele) consentendo la posa della piattaforma portuale. Progettista delle opere in corso è l’ing. Guido Fiorini, con gli ingegneri Andrea Aliotta e Augusto Baù rispettivamente direttore di cantiere e direttore dei lavori. Tutti tecnici di Grandi Lavori Fincosit, mentre responsabile dell’iniziativa è l’ingegner Carlo Merli, amministratore delegato di APM Terminal Vado Ligure Spa.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: