Attualità

Lo sport a scuola

Da recenti indagini risulta che l’età media degli sportivi italiani è di 40 anni e solo il 35% dei giovani impegna il proprio tempo libero in attività organizzate, non solo per lo sport. La scuola e l’unica che può ringiovanire e portare tanti ragazzi ad impegnarsi nel mondo dello sport. Questa però è una medaglia da osservare da due lati: uno pratico di avviamento (Giochi sportivi studenteschi) l’altro teorico (Liceo Sportivo). Fotografata la situazione sentiamo come la pensano gli addetti ai lavori: “Carlo Colla, ex insegnante di educazione fisica e tecnico del Liguria: “Il ministero ha dato, quest’anno, pochi soldi alla Scuola,  ma sicuramente tardi. Iniziare la programmazione a febbraio significa rinunciare alla preparazione. L’ avviamento alla pratica sportiva deve essere alla base di ogni obiettivo scolastico e dovrebbe interessare tutti i ragazzi e tutte le discipline a partire dagli sport tradizionali del territorio. Ma alla fine c’è il rischio che la scuola faccia l’attività pescando dalle società sportive. In questo caso non si fa nessuna promozione”.

Pino Rosso ex coordinatore regionale Miur Liguria: “ E’ noto a tutti che i docente sono mal pagati. Infatti si vociferava che i fondi potevano essere utilizzati a coprire gli scatti biennali dei docenti. Alla fine sono stati  decurtati i fondi di Istituto. Ad evitare che il prossimo anno la scure cada sui Giochi Sportivi Studenteschi,  serve unire tutte le forze che credono nel mondo dello Sport scolastico per salvare e rivedere il progetto tecnico.” Salvatore Finocchiaro:” Gli sport di squadra sono i più importanti i quanto hanno una prevalenza psicopedagogica, le attività dovrebbero essere adattate e praticabili a scuola. Ad esempio l’atletica articolata su tre prove: corsa, lancio e salto, gli sport di squadra impostati in tre contro tre”. Il Liceo dello sport è una buona promozione di immagine, ma probabilmente non ha gli sbocchi che meriterebbe. Invece sarebbe importante che i giovani che praticano lo sport avessero un corso per sportivi, ove venga considerato il loro impegno e giustificate assenze e ritardi dovuti ad allenamenti o gare. In ogni caso la scelta degli sport deve essere coerente degli impianti e delle tradizioni sportive locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: