Musica

Loano: i giovani sono protagonisti

Settimana ricca di opportunità per i giovani a Loano: lezione aperta di teatro, votazioni online per il concorso giovani band, una serata disco e un concerto che vede protagonisti giovani musicisti savonesi. Proseguono a Loano le iniziative organizzate dal Gruppo Yepp Loano, progetto realizzato con il sostegno economico dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Loano e della Fondazione Compagnia di San Paolo. Venerdì 20 aprile, alle ore 15.00, nel Teatro Parrocchiale S. M. Immacolata Cappuccini), si svolgerà la lezione aperta del Laboratorio Teatro in Tondo YEPP.

Il workshop, rivolto ai giovani dai 15 ai 22 anni, propone una lezione di avvicinamento al mondo del teatro, attraverso giochi ed esercizi teatrali: saranno messi alla prova i cinque sensi e saranno insegnate tecniche di training, che aiuteranno ad acquisire consapevolezza del gesto, della presenza scenica, dell’utilizzo della voce. Infine, si giocherà sull’improvvisazione per la creazione di un testo teatrale. L’obiettivo del breve percorso formativo è quello di far scoprire ai giovani le potenzialità delle proprie capacità espressive e della propria creatività. La partecipazione è gratuità. La conduzione del laboratorio è affidata a Maria Grazia Pavanello e Claudia Stroppa dell’Associazione Culturale Baba Jaga di Finale Ligure. Proseguono, inoltre, per tutta la settimana le votazioni online della terza edizione del concorso per giovani band “Up’n’coming. Sono 11 le band iscritte al concorso: Guardian of Time, Goyah, Uscite di Sicurezza, Speremu Band, Blackloud, Polibyus, Code Noir, Stanza 709, Crimson Roses, Sour Muffin, Red Lips. I demo delle band si possono ascoltare sul sito www.yepploano.it nell’apposita sezione dedicata al concorso e su youtube. Ogni gruppo ha uno spazio personale dove gli utenti possono visionare foto, biografie e ascoltare in streaming il pezzo in gara, che potrà essere votato tramite un box apposito. Le votazioni on-line chiuderanno alle ore 12 del 22 aprile 2012. Fervono, poi, i preparativi per la festa Disco Party, Let’s Party, in programma Sabato 21 aprile, a partire dalle ore 21.00 allo Skating Club (Pattinaggio).  La serata sarà animata dalla musica del DJ Matteo Odasso, giovane del progetto YEPP Langhe, e condita dal dress code facoltativo a tema “Film e Cartoon” (le prime venti ragazze che si presenteranno vestite a tema avranno diritto ad un drink omaggio). La serata sarà ad ingresso gratuito.  “La festa – spiega l’Assessore Luca Lettieri – si propone come momento di aggregazione per i ragazzi e come occasione per far conoscere le opportunità dei laboratori di Officina delle Arti YEPP, progetto che attraverso l’attivazione di corsi di teatro, musica, video, fotografia offre ai giovani del nostro territorio, da ormai quattro anni, occasioni di ritrovo, socializzazione e apprendimento.” Sempre sabato 21 aprile, si svolgerà un nuovo appuntamento della rassegna “Giovani Concertisti” promossa dall’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano in collaborazione con l’Associazione Musicale S.M. Immacolata di Loano. Alle ore 21.30, nel Palazzo Doria, suonerà Mistralia Quartet, formazione che riunisce Michele Menardi Noguera, Luca Sciri, Luca Soi e Leonardo Ferretti.  I quattro musicisti esploreranno forme popolari europee, proponendo brani arrangiati e rivisitati con tecniche della musica colta, stilemi contemporanei e minimalisti che rinnovano il fascino evocativo delle melodie originali.  La formazione, inusuale dal punto di vista dell’organico, risulta efficace pensando ai quattro filoni popolari affrontati (klezmer, occitano, zigano, bretone/celtico), generi che hanno come strumenti principi il clarinetto, il violino e il flauto. Mantenendo la sua vocazione classica il Mistralia Quartet propone anche brani di grandi compositori particolarmente vicini alla musica popolare come B. Bartók e M. Bruch. Assecondando la direzione da cui soffia il Mistral (Maestrale) il quartetto propone una sorta di “concerto itinerante”, un viaggio musicale che dalle isole Britanniche conduce verso Oriente in cui l’ascoltatore può “vedere ciò che sente”.
L’ingresso è gratuito.

Angelo Damiani

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: