Politica

L’Udc savonese ha incontrato l’assessore del Comune di Savona Luca Martino

Lunedì 9 luglio 2012 presso la Sede dell’Udc in Savona si è tenuto un incontro con l’Assessore Comunale di Savona Luca Martino, promosso dalla Segreteria Provinciale e dalla Segreteria Cittadina dell’Udc Savonese. La riunione è stata aperta dal segretario comunale Marco Giancarlo che ha ringraziato l’assessore Martino di aver accettato l’invito da parte dell’Udc locale, mentre la chiusura è spettata al segretario provinciale dell’Udc Roberto Pizzorno che ha evidenziato lo stretto rapporto di collaborazione a livello regionale e provinciale fra l’Udc e il Pd, un vero laboratorio in vista anche della possibile alleanza, a livello nazionale, per le politiche del 2013.

I temi trattati nel corso della riunione sono stati molteplici. L’’Udc savonese, preso atto del fatto che in oggi nei Comuni italiani la spesa per il personale oscilla fra il 40% del totale delle spese nei comuni più virtuosi fino a salire al 60% in quelli in cui detto costo è maggiormente oneroso, mentre le spese generali incidono mediamente per il 40% della spesa del personale, portando, quindi le spese fisse coprono dal 56% all’84% dell’ammontare complessivo delle spese e ritenuto non si possa continuare a gestire il bilancio comunale traguardando il pareggio attraverso l’incremento delle entrate senza comprimere, in modo deciso il livello della spesa corrente in considerazione del fatto che le spese fisse tendono, comunque, a lievitare in maniera superiore agli incrementi di entrata gli argomenti su cui l’Udc ha inteso interloquire con l’Assessore Martino sono stati i problemi riguardanti il costo del personale, le cosiddette spese generali:
Il problema del cosiddetto “patto di stabilità interno” ed il suo rapporto con il patrimonio alienabile: possibilità d intervento, per quali cespiti patrimoniali e per quale destinazione. L’onere delle partecipazioni comunali nelle Aziende di servizio ed in quali altri settori: onere complessivo, per azienda ed i suoi possibili sviluppi e in ultimo il problema dell’impiantistica sportiva. L’Udc Savonese si è detta favorevole alla costruzione di un impianto polivalente che serva alla pratica di quelle discipline che a tutt’oggi non hanno un impianto su cui giocare, come l’ hochey prato, il baseball, la pallapugno, ma che possa anche essere utilizzato da altre discipline sportive, fra cui anche dal calcio.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: