Luigi Pignocca, sindaco di Loano, esprime la sua soddisfazione per la prossima riapertura dei punti di primo intervento liguri chiusi a causa del Covid-19

consorzio liguria salute

Il sindaco di Loano, Luigi Pignocca, esprime grande soddisfazione per l’annuncio, da parte dell’assessore regionale alla sanità Sonia Viale, della prossima riapertura dei punti di primo intervento degli ospedali liguri chiusi a causa della pandemia da Covid-19. Secondo quanto spiegato da Viale, i Ppi torneranno operativi entro fine giugno: tra questi ci sono anche quelli dell’ospedale di Cairo Montenotte e dell’ospedale di Albenga. La scorsa settimana la piena riattivazione degli ospedali di Cairo Montenotte ed Albenga era stata al centro di un’ampia mobilitazione politico-amministrativa: numerosi sindaci della Valbormida, insieme allo stesso Luigi Pignocca, al sindaco di Varazze Alessandro Bozzano e al consigliere regionale Angelo Vaccarezza, avevano sottolineato la necessità di riaprire quanto prima (e comunque entro i primi giorni del mese di luglio) il San Giuseppe ed il Santa Maria di Misericordia nella loro interezza. Pignocca ricorda: “Il San Giuseppe di Cairo serve un bacino composto da ben 40 mila cittadini e rappresenta il più importante e più vicino polo sanitario dell’intera valle; allo stesso modo, con l’approssimarsi della stagione estiva e quindi dell’aumento delle presenze nella nostra provincia, il Santa Maria di Misericordia di Albenga rappresenta una struttura fondamentale per evitare il sovraccarico del Santa Corona di Pietra Ligure, Dea di secondo livello e quindi punto di riferimento sanitario per l’intera Riviera di Ponente”.
“La decisione dell’amministrazione regionale di riattivare entro la fine di giugno i Ppi chiusi a causa della pandemia risponde alle istanze giunte dai territori e dagli amministratori della Valbormida e dell’intera provincia e ci riempie di soddisfazione – aggiunge Pignocca – Passata la fase più acuta dell’emergenza (ma senza abbassare la guardia) riteniamo sia necessario riattivare in toto i normali servizi che il sistema sanitario regionale garantisce a tutti i residenti e turisti che, anche quest’anno, sceglieranno il nostro territorio come meta delle loro vacanze. Ciò in attesa di un eventuale riorganizzazione della sanità ligure, anche alla luce delle criticità evidenziate dall’emergenza Covid-19”. “Ringrazio i colleghi sindaci, gli altri amministratori locali ed il consigliere regionale Vaccarezza per aver condiviso questo percorso e l’assessore Viale per aver ascoltato le richieste giunte dai territori. Il dialogo costante tra gli Enti Locali e le istituzioni superiori è fondamentale per poter offrire risposte puntuali e complete alle necessità di tutti i cittadini”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: