Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀLiberaMenteRUBRICHE

L’UOVO SIMBOLO PASQUALE

Molti si domandano come mai l’uovo sia il simbolo pasquale per eccellenza, tenteremo di fornire una risposta tramite questo articolo.

Nei tempi antichi la domenica di Resurrezione era chiamata anche Pasqua d’Uovo, in quanto si festeggiava donando e mangiando uova sode colorate, benedette in chiesa. A partire dal XII secolo, durante le festività pasquali, i nobili erano soliti regalare uova in materiale preziosi quali porcellana, lapislazzuli, vetro lavorato, oro, argento, decorate con scritte e simboli pasquali.

Queste usanze, sono sopravvissute secolarizzate nelle torte con uova, oppure nella realizzazione di uova di cioccolato, la cui origine risale al Sette /Ottocento. Oggi le uova sono confezionate

nelle pasticcerie o nelle industrie dolciarie, senza passare per la chiesa.

L’uovo è il simbolo del Cristo risorto e della speranza nella futura resurrezione dei fedeli in Lui. D’altronde, in quasi ogni tradizione (indiana, egizia, cinese, orfica, olimpica) l’uovo è simbolo di “nascita”, facile per il cristianesimo associarlo alla resurrezione.

L’Uovo di Resurrezione per eccellenza è il Cristo stesso: in molte cattedrali si deponeva una volta, il giovedì santo, un uovo di struzzo nel sepolcro rituale insieme con l’Eucaristia, e lo si ritirava

la domenica mattina. Da questo simbolismo è nata l’usanza dell’uovo pasquale. Una volta la Chiesa benediva, il sabato santo, le uova che si sarebbero mangiate la domenica.

L’usanza di celare nell’uovo di Pasqua una sorpresa ha origine nel secolo XVI. A Francesco I, re di Francia, è offerto un guscio d’uovo che contiene un’incisione in legno raffigurante la Passione.

L’abitudine si diffonderà poi nella Francia del re Sole al quale i cortigiani donavano uova preziosissime la domenica di Pasqua: i maggiori pittori dell’epoca le dipingevano amorevolmente. Nel Settecento Luigi XV donò a Madame du Barry un grande uovo decorato che conteneva una statuina di Cupido, creata dall’orafo di corte. La modernità ah fatto sì che ognuno di noi la domenica di Pasqua possa vivere un esperienza simile a quella del Re sole.

Desidero esprimere i miei auguri di Buona Pasqua a tutte le lettrici e a tutti i lettori

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: