Sport

Lutto nella pallanuoto, morto il campione del Mondo Mario Scotti Galletta, aveva giocato con la Rari Nantes Savona

Quattro scudetti e una Coppa dei Campioni con la Canottieri Napoli, l’oro ai Mondiali di Berlino ’78 con il Settebello, il rigore parato a Nanni Moretti/Michele Apicella in “Palombella Rossa”, che lo trasformò in una sorta di icona underground tra cinefili e appassionati di pallanuoto. E poi il merito di essere stato i pioneri, insieme a poche e pochi, della waterpolo femminile. Mario S cotti Galletta ha dato tanto alla pallanuoto, molto insieme alla moglie Barbara Damiani, anche due figli, Andrea e Riccardo, che dai genitori hanno ereditato l’identica passione per lo sport e una buona fetta di talento. Mario Scotti Galletta è morto ieri sera, all’età di 70 anni, lasciando un vuoto profondo in chi l’ha conosciuto, ma anche un’enorme eredità sportiva. Scotti Galletta ha vestito anche la calottina della Rari Nantes Savona nella stagione sportiva 1987/1988 dove ha ricoperto anche il ruolo di allenatore delle squadre giovanili biancorosse nello stesso periodo. La Carige Rari Nantes Savona si unisce al lutto di tutta la pallanuoto italiana per la sua scomparsa.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: