Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀ

Mand’Ommu, a Celle Ligure da mercoledì a domenica

Mand'OmmuMand’Ommu, ovvero le mani dell’uomo e quanto di bello e utile riescono a produrre, uscendo dai laboratori per ricreare atelier all’aperto, dove esibire davanti al pubblico abilità dalle radici antiche. Mand’Ommu è il lavoro manuale di artigiani, la cui arte consente di modellare, plasmare e creare meravigliosi oggetti, che rappresentano l’eccellenza nelle produzioni liguri, in modo particolare artigianato artistico, tipico e tradizionale di qualità. Mand’Ommu è la possibilità di conoscere alcuni mestieri che ormai stanno scomparendo, dalla tecnica dell’intreccio del vimini per creare ceste al restauro del legno, dalla lavorazione della carta all’arte dei maestri d’ascia. Mand’Ommu è un percorso di scoperta del made in Liguria per regalare a chi visita la rassegna una chiave originale ed insolita per scoprire ed amare la nostra regione, a partire dalle sue eccellenze, come l’arte antica dei maestri vetrai di Altare e quella sempre affascinante della lavorazione dell’argilla, senza dimenticare la tradizione dei figulinai e la tecnica del macramé, per concludere con la filigrana, prodotto indissolubilmente legato a Campo Ligure.
La rassegna si aprirà con un omaggio al mare, grazie alla presenza di Guido Maccarini, giovane maestro d’ascia, di Giuseppe Pierfederici e Tito Rapallo con la loro arte di mettere le navi in bottiglia. Spazio all’arte del vetro con la Soffieria Artistica Amanzio Bormioli da Altare e a Vetrofficina di Rita Calvi da Apricale e a quella della lavorazione dell’argilla con la Bottega Il Tondo di Marcello e Andrea Mannuzza, lo Studio Professionale Artistico Ceramiche 2G di Guida Garbarino e, per finire, con Renato Piccone e Maria Murialdo, figulinai di Albisola. La ceramica avrà il suo posto d’onore anche grazie all’Arte del fuoco, performance di grande impatto, in cui si potrà ammirare la lavorazione dell’argilla e la sua cottura. Mercoledì e domenica, cottura raku a cura di Guido Garbarino e giovedì, sul molo centrale, cottura a legna con la costruzione di un grande forno, a cura di Marcello Mannuzza, Guido Garbarino, Leony Mordeglia, Vincenzo Randazzo e Caterina Ricci.
Si continua con il mondo della carta e della sua lavorazione grazie al ritorno del Centro di raccolta testimonianza ed esposizione dell’arte cartaria di Mele e alla presenza di Carte di Laura di Laura Tarabocchia (dipinti sull’acqua) e a quella di Cose di carta di Daniela Aschieri (creazione origami). Si va avanti con la lavorazione dei metalli, grazie alla partecipazione del Laboratorio del rame di Giancarlo Faccio e di Pastorino Filigrana da Campo Ligure. Quest’anno sarà presente anche la Stamperia 2010 di Elena Frontero, con le sue incisioni e stampe d’arte attraverso il torchio calcografico. E poi ancora l’arte dell’intreccio, quello di Giuseppe Rocca da Badalucco, cestaio, e quello di Elementerre di Marilisa Parodi: con l’antica tecnica del macramé, attraverso gesti sapienti e precisi, i fili si intrecciano, si annodano e nelle trame trattengono un’intuizione per poi lasciarsi nuovamente accogliendo pietre, conchiglie, perle… Si chiude con Merli Marli, per la lavorazione di uno dei materiali più affascinanti e con il Centro di educazione al lavoro “Torretta” del Consorzio Sociale Agorà. Il Centro Torretta rivolge la sua attenzione ai giovani fra 16 e 21 anni, per i quali vengono realizzati laboratori artigianali, come quello della lavorazione del legno, per incrementare le potenzialità dei ragazzi e avvicinarli al mondo del lavoro. Il Centro porterà a Mand’Ommu proprio il laboratorio di lavorazione del legno per la realizzazione di componenti d’arredo in stile country chic.
Mand’Ommu rappresenta anche l’eccellenza enogastronomica ligure: come ogni anno, infatti, una parte della rassegna sarà dedicata ai prodotti della terra e alle tipicità del territorio. L’Azienda Agricola Gianan arriverà da Pornassio con vino e olio, ma soprattutto mostrerà i segreti della realizzazione delle reste del famoso aglio di Vessalico, presidio Slow Food. Gioca in casa l’Azienda Agricola Calcagno Paolo, impegnata dal 1984 nella coltivazione del tipico basilico genovese, che ha meritatamente ottenuto il marchio D.O.P. L’Azienda agricola Otre d’Or porterà un altro ingrediente fondamentale per la produzione del pesto e cioè l’olio extravergine prodotto con le olive taggiasche, tipiche della Liguria occidentale, da Andora sino a Ventimiglia, per le quali, la Comunità Europea ha istituito il riconoscimento di prodotto DOP. Giuseppe Buttiero da Rocchetta di Cairo porterà amaretti, baci e altre dolci specialità, rigorosamente fatti a mano, mentre la Società agricola Nonna Carli da Mele delizierà con salumi, prodotti grazie all’allevamento di suini allo stato semi-brado, che si nutrono del sottobosco, castagne e ghiande e prodotti dell’orto. Si chiude con Il giardino fiorito, azienda agricola specializzata nel settore florovivaistico e nella produzione di miele.
Mand’Ommu è ideato e organizzato da Consorzio Promotur e Comune di Celle Ligure, con il sostegno economico della Camera di Commercio di Savona e il patrocinio di Regione Liguria e Provincia di Savona. Il Comune di Celle ha, inoltre, preparato un ricco calendario di iniziative collaterali, perché Mand’Ommu non è soltanto artigianato, ma anche grandi eventi: insomma un mare di occasioni per divertirsi e fare festa!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: