Musica

Mostra sulla marineria a Loano

Da questa sera, a Loano, nel Palazzo Kursaal si svolgerà l’apertura serale della mostra permanente “Loano per il mare”, curata dall’Associazione Culturale Marinara “Lodanum” con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo, alla Cultura e allo Sport del Comune di Loano. Dalle ore 20,30 alle 23.00 si potranno ammirare fotografie originali d’epoca, modellini di nave riprodotti in scala e oggettistica ed equipaggiamento marinaro. “L’Associazione Lodanum – spiega l’Assessore Remo Zaccaria – ha realizzato, da ormai molti anni, una piccola struttura di tipo museale nella quale custodisce ed espone materiale quali libri, disegni, documenti, oggettistica, fotografie, modellini che testimoniano il passato marinaro del nostro territorio.

Si tratta di un patrimonio culturale di grande valore che rappresenta la memoria storica del nostra città. La mostra permanente è oggi esposta nel salone centrale del Palazzo Kursaal e grazie ai volontari dell’associazione Lodanum, anche per questa estate i turisti potranno visitare l’esposizione in orario serale.” Le fotografie rappresentano un tracciato storico-culturale che parte dalla seconda metà dell’800 e giunge alla prima metà del ‘900. La rassegna offre immagini di inizio novecento raffiguranti l’attività di pesca, l’attività cantieristica e l’esordio dell’attività balneare. La fotografia aiuta poi a ricostruire le trasformazioni dell’economia, del paesaggio, dell’ambiente e della società nel corso di tutto il novecento fino ad arrivare agli anni ’50. Una ricca documentazione testimonia lo sviluppo mercantile, l’impulso nei traffici marittimi e la cantieristica dell’800. Nella mostra figurano, poi, le immagini di palombari loanesi che hanno partecipato a missioni di fama internazionale come il recupero dello Scirè a largo di Haifa. Nell’oggettistica vanno segnalati numerosi manufatti realizzati dai marinai loanesi durante gli imbarchi sulle navi mercantili e attrezzature di cantiere, corredi da velai, e una ricca collezione di materiali per le telecomunicazioni.  La mostra si potrà visitare fino al 15 settembre. L’ingresso è gratuito.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: