Attualità

Musicanti di Brema (e di Savona)

Ha debuttato a Torino, il 25 ottobre scorso, al Teatro Alfieri, Musicanti di Brema, il nuovo rock musical di Accademia dello Spettacolo, scritto e diretto da Mario Restagno con musiche di Paolo Gambino e Walter Orsanigo.

Uno spettacolo coinvolgente, un viaggio per grandi e piccini nel mondo della fantasia che diverte e allo stesso tempo fa riflettere su uno dei problemi più attuali e sentiti dei giorni nostri, ovvero l’emergenza climatica. Uno show talmente interessante da aver ricevuto un invito in Vaticano: parte del cast dei Musicanti di Brema, insieme con oltre 70 allievi torinesi di Accademia Spettacolo, si esibirà il prossimo 20 novembre in Vaticano, alla Sala Nervi, in presenza di Papa Francesco e di oltre 12.000 spettatori, in occasione dell’evento di sensibilizzazione sul tema ambientale organizzato dalla Santa Sede, che richiamerà giovani ed adolescenti da tutto il mondo.

Tra i 5 protagonisti dello spettacolocompare pure una savonese: Carla Della Vecchia,che interpreta Polla la Tacchina.

La prima nazionale dei Musicanti di Brema, a Torino si e tenuta, on a caso, un venerdì. Un modo che Accademia dello Spettacolo ha scelto per sottolineare la vicinanza di questa nuova produzione artistica alle battaglie di Greta Thunberg e del Friday For Future. Una comunione di ideali che si manifesterà in modo ancora più chiaro ed evidente al termine della prima nazionale dedicata alle scuole (ore 10.30) quando tutti gli spettatori, oltre 1500 ragazzi con i loro insegnanti, raggiungeranno sul palco il cast per far sentire la propria voce a favore del rispetto per l’ambiente.

Un vero e proprio evento a cui tutti possono aderire – il teatro aprirà le sue porte a fine spettacolo – per unire arte e impegno civile nel luogo, il teatro, dove tutto è possibile… anche salvare il nostro pianeta!

Realizzato da Accademia dello Spettacolo, che attraverso la SFA (Scuola Formazione Attori) da oltre 20 anni a Torino è un punto di riferimento per la preparazione di attori professionisti, Musicanti di Brema si ispira al grande classico della letteratura per l’infanzia dei Fratelli Grimm e lo rilegge in chiave moderna e green. L’idea che sta alla base del progetto prende spunto dall’attualità per parlare a tutti – e in particolare alla Generazione Greta Thunberg – di inquinamento ambientale e di salvaguardia del pianeta.

Il testo, i costumi e la messa in scena dello spettacolo ricalcano questi temi senza mai abbandonare la storia di amicizia dei protagonisti, quattro animali diversi tra loro: un gallo, Jack Rooster, una gatta, Futura, una cagnolina, Gaia, e un asinello, Hope.

Il progetto si propone di sostenere l’inserimento professionale dei giovani artisti under 35 e per questo motivo ha ottenuto il sostegno di Fondazione Assicurazioni Cattolica; inoltre, toccando i temi della sostenibilità ambientale ed energetica, ha ricevuto l’interesse dell’azienda A2A e delle associazioni Lega Ambiente, CARP ed ISDE.

Tutto bello, lodevole, artistico,esemplare ma l’ipotesi dei cambiamenti climatici, continua ad affermare lo scrivente, non deve diventare un dogma su cui non é ammesso discutere!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: