Attualità

Neocatecumenali, “missione” in piazza Sisto

Una grande missione nelle piazze di tutto il mondo: questa è l’iniziativa del Cammino Neocatecumenale per l’Anno della Fede, indetto da Benedetto XVI con la Lettera Apostolica Porta Fidei. Il cammino, in obbedienza anche alle parole di Papa Francesco, che indica la necessità che la Chiesa “esca da se stessa per andare alle periferie”, ha messo a disposizione della Nuova Evangelizzazione tutte le comunità sparse nel mondo. La “Grande Missione” si realizza in 120 nazioni e in circa 10.000 piazze di tutto il mondo: a Roma sono 100 e a Madrid più di 50 le piazze che accolgono le diverse catechesi.

Il periodo scelto per questa missione, imperniata soprattutto sull’annuncio del Kerigma, la buona notizia di Cristo morto e risorto per i peccati di ogni uomo, sono le 5 domeniche di Pasqua dal 7 aprile. A Savona gli appuntamenti si tengono nella centralissima Piazza Sisto IV. Domenica 7 aprile c’è stato un primo incontro di catechesi. Dopo un momento di preghiera, accompagnato da canti, un fratello e una sorella hanno dato la testimonianza di cosa ha significato incontrare il Signore risorto nella loro vita, poi c’è stata una breve catechesi dai contenuti esistenziali, a partire da alcune domande fondamentali: “Chi è Dio per te? Credi in Dio? Perché credi? Hai sperimentato nella tua vita che Dio c’è? Hai sentito il suo aiuto?”. In seguito i fratelli, a due a due, hanno avvicinato le persone della piazza invitandole a riflettere sulla propria esperienza di Dio e hanno ripetuto loro l’annuncio: “Cristo è vivo!”. Il secondo incontro si è svolto domenica scorsa sui temi del senso della vita e la ricerca della felicità: “Chi sei tu? Perché vivi? Qual è il senso della tua vita? Sei felice?”. Il terzo incontro, domenica, sarà dedicato all’annuncio del “Kerigma”, l’annuncio dell’amore di Dio per gli uomini manifestato nella morte e risurrezione del suo Figlio Gesù Cristo. L’annuncio della Buona Notizia proseguirà anche durante il quarto incontro, domenica 28, con la chiamata a conversione. L’annuncio del Vangelo, infatti, non può lasciare indifferente colui che lo accoglie: all’ascolto fiducioso della Parola di Dio deve corrispondere un cambiamento radicale di vita, non come sforzo personale o impegno nei confronti di Dio, bensì come anelito ad avere dentro di sé la natura divina che ci viene offerta gratuitamente dalla Risurrezione di Cristo. Dall’amore gratuito di Dio per l’uomo sorge, come risposta l’amore dell’uomo verso Dio e verso il prossimo, l’accettazione della sua volontà e il desiderio di diventare veri discepoli del Risorto. Il 5 maggio la catechesi si focalizzerà sulla Chiesa come comunità in cammino e “Sacramento di Salvezza” per tutti gli uomini. Saranno proposte, come linee guida, le domande: “Cosa è la Chiesa? Qual è la tua esperienza di Chiesa? Vorresti essere aiutato da una comunità cristiana?”.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: