Musica

Nona edizione del Salone dell’ agroalimentare ligure

Compie nove anni il Salone dell’Agroalimentare Ligure, evento dedicato ai prodotti agroalimentari di qualità made in Liguria, che si terrà dal 15 al 17 marzo a Finale Ligure. Ad ospitare le aree espositive e le molte iniziative collaterali saranno, come sempre, il Complesso Monumentale di Santa Caterina, che comprende due splendidi chiostri quattrocenteschi, una chiesa oggi adibita ad Auditorium e l’Oratorio de’ Disciplinanti, e le vie e le piazze all’ interno delle mura medievali di Finalborgo. Il pubblico potrà visitare gratuitamente il Salone dalle 15 alle 20 di venerdì 15 marzo e dalle 10 alle 20 di sabato 16 e domenica 17. Sono aperte le iscrizioni alle degustazioni guidate, ai laboratori e ai corsi che si terranno nei tre giorni (per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla Segreteria organizzativa: tel. 019/6898607,  info@saloneagroalimentareligure.org).

All’ edizione 2013 della rassegna parteciperanno oltre 200 espositori, che presenteranno al pubblico e agli operatori del settore il meglio delle loro produzioni. La vasta area espositiva (8 mila metri quadri) sarà divisa anche quest’anno in aree tematiche: Carruggio del Pesto, Largo dell’Olio, Cantinetta, Largo del Dolce, Largo degli Orti, Via dei Sapori, AgriPiazza, Saletta Gourmet, Auditorium dei Sapori, Saletta dei Presidi Slow Food, Giardino dei Sapori e dei Profumi, Largo delle Bontà, Saletta della cucina preistorica, Largo dei Fiori e degli Aromi, Largo dell’Agricoltura.  Il “Largo delle Bontà” proporrà la degustazione di specialità della cucina tradizionale ligure, come la farinata, la “panissa”, le torte salate, la focaccia classica e la focaccia di Recco. Si potranno assaggiare ed acquistare centinaia di prodotti, fra i quali: olio, vino a denominazione di origine protetta della Liguria, confetture, gelatine, focaccia classica, focaccia col formaggio di Recco, dolci tipici (pandolce genovese, chifferi di Finale, dolci di castagne, baci di Alassio, Amaretti di Sassello, frutta candita, cioccolato, torta stroscia), formaggi, salumi, miele, prodotti tipici (pesto, salsa di noci ed altre salse liguri, olive in salamoia, patè, torta pasqualina ed altro), asparago violetto di Albenga, liquori, birra, marmellate, latte e derivati, tartufi di Millesimo, aglio di Vessalico, acciughe salate, Fagioli di Pigna, Conio e Badalucco, farinata, sciroppo di rose, farine, basilico, pane allo zafferano, zafferano ligure, il chinotto, erbe aromatiche, piante e fiori in vaso e recisi, funghi, pasta, e molto altro ancora. Lungo l’elenco delle iniziative collaterali: incontri didattici, degustazioni, laboratori, seminari e convegni, dimostrazioni e corsi di cucina, di composizione floreale e di preparazione del pesto e delle altre salse liguri. Torna la cerimonia di consegna dei Premi Salone Agroalimentare 2013 a “coloro che si sono distinti nel recupero e nella divulgazione delle tradizioni enogastronomiche regionali”. Il Salone è promosso dalla Regione Liguria, dall’ Unioncamere Liguri, dalla Provincia di Savona, dalla Camera di Commercio di Savona e dal Comune di Finale Ligure.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: