AttualitàEconomia

Occupazione, boccata di ossigeno per la Liguria ma…

cercare lavoro

I contratti di lavoro sottoscritti in Liguria tra gennaio e settembre 2017 sono stati ben 147.682 rispetto ai 121.451 dello stesso periodo 2016 (+21,6%). Ma a contenere gli entusiasmi è che si tratta, per più di 4 casi su 5 (l’83% del totale), di contratti a termine. Numeri e considerazioni sono stati elaborati dalla Cgil Liguria su dati forniti dall’Inps. A fronte delle quasi 150 mila assunzioni si sono riscontrate 125.473 cessazioni, anch’ esse in crescita del 19% rispetto al gennaio-settembre 2016.

A rendere precario il quadro occupazionale ligure è laconstatazione che l’unica tipologia contrattuale in flessione riguarda il tempo indeterminato, sceso dell’8,5% in un anno a fronte di cali molto più contenuti registrati nell’insieme della macro-area Nord Ovest (-4,2%) e del dato medio nazionale (-3,5%). I contratti a tempo indeterminato sottoscritti nei primi 9 mesi del 2017 sono stati 17.289, a questi si possono sommare – per rimanere nelle tipologie del lavoro stabile – 6.910 contratti di apprendistato (+25% in un anno). I contratti sottoscritti a tempo determinato sono stati 107.661 (+30%) e quelli stagionali 15.822 (+27%).

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: