Please assign a menu to the primary menu location under menu

CULTURAENTROTERRA

Osiglia, un paese da riscoprire

Liguria, Italy ©www.chiarasalvadori.com

“Osiglia. Luogo da vivere. Esploriamo insieme il futuro del territorio” è una vera e propria chiamata che il Comune di Osiglia rivolge alla sua comunità per un confronto e una condivisione degli indirizzi di sviluppo del territorio che dovranno tendere alla valorizzazione del patrimonio naturalistico nel suo complesso e del lago artificiale, anch’esso alle prese con gli aspetti del cambiamento climatico, che ne ha ridotto sensibilmente la portata d’acqua. Gli appuntamenti hanno inizio lunedì 25 luglio alle ore 18.30 con un workshop di comunità condotto da Sarah Marder di Fondazione Matrice sugli obiettivi dell’Agenda 2030, con l’intento di capire il reale contributo che Osiglia può mettere in campo per raggiungere i goal richiesti. Si continua martedì 26 luglio alle ore 14.30 con la presentazione del Piano di Gestione della ZSC “Lago di Osiglia” da parte della Provincia di Savona con la presenza di Anna Tedesco e Flavio Pomogranato dell’Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente Ligure. Si concludono gli incontri mercoledì 27 luglio alle ore 18.00 con la seconda fase di workshop di comunità sul ruolo decisivo che ciascuno può svolgere per concretizzare le aspettative di cambiamento e sviluppo locale. Gli appuntamenti, che si svolgeranno presso l’Imbarcadero di Osiglia, prevedono cena gratuita, quale momento conviviale del percorso di lavoro, per i partecipanti alle attività di workshop dei giorni 25 e 27 luglio, e il giorno 26 un caffè di benvenuto. “È un percorso di cui l’amministrazione è fiera e che ritiene fondamentale. I cittadini ci hanno concesso fiducia attraverso un mandato. Ma non può essere interpretato come una delega in bianco. Ci teniamo al confronto costante perché il cammino è più sicuro se viene percorso insieme ascoltando i consigli di tutti e condividendo la meta” afferma Paola Scarzella Sindaco di Osiglia. La presentazione del Piano di Gestione della Zona Speciale di Conservazione “Lago di Osiglia” a cura della Provincia di Savona diventa quindi occasione, per il Comune di Osiglia, per riprendere le azioni del percorso di progettazione partecipata con la comunità locale avviato nel corso del 2020 nell’ambito dell’iniziativa “Acquaforte. Il lago della cultura e della Sostenibilità” finanziato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo. Interrotto nel 2021 a causa dell’emergenza sanitaria, il percorso è ripreso dalla primavera 2022 e, grazie alla selezione del progetto “Osiglia Luogo da vivere” nell’ambito del Bando Next generation WE sempre della Fondazione Compagnia di San Paolo, è stata possibile una ripianificazione e la calendarizzazione di un maggior numero di incontri. I temi da affrontare sono molti e delicati – la difesa e valorizzazione del patrimonio naturale, la biodiversità, lo sviluppo sostenibile, la gestione delle risorse, la tutela e il rafforzamento dell’identità locale – e richiedono un grande impegno per proiettare il territorio di Osiglia in un futuro coerente con gli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Un impegno di grande portata che non può essere affrontato in solitaria e per tale motivo il Comune di Osiglia, oltre alla costante collaborazione con la Provincia di Savona, mette in campo continui confronti con gli stakeholder territoriali e con la comunità locale, coinvolgendo partner strategici come la Tirreno Power proprietaria della diga di Osiglia e la Fondazione Matrice ETS, che da anni conduce un piano di valorizzazione della Valle Bormida.   “Si tratta di un lavoro importante” afferma Otto Bugnano Direttore Generale della Fondazione Matrice. “È necessario trovare le giuste mediazioni rispetto ai diversi punti di vista, ai diversi interessi in gioco perché lo sfruttamento si trasformi in valorizzazione e l’opportunità in risorsa non solo in termini di lessico ma in termini di contenuti”

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: