Attualità

Percorsi gastronomici che fanno bene al cuore

Ristorante del cuore. A prima vista evoca l’esistenza di un legame affettivo con il ristorante cui si è legati perché lo si frequenta spesso, o lo si è frequentato in particolari occasioni e in gradevole compagnia. A Savona, invece, è un vero affare di cuore, anzi di cardiologia. C’entra la cura di sé, l’abitudine alla prevenzione, l’educazione ad un corretto stile di vita: anche nei momenti in cui si privilegia il palato, è buona norma evitare stress all’organismo, senza per questo rinunciare alla buona cucina.

Il progetto “Ristorante del cuore” si è sviluppato da un’iniziativa che aveva portato all’apertura, nel reparto di degenza cardiologia dell’ospedale San Paolo di Savona, di un ristorante affidato alla scuola alberghiera “Miretti” di Varazze. Oggi vi sono direttamente coinvolti la Camera di Commercio di Savona e l’Asl 2 Savonese, in particolare con la sua Struttura Complessa Cardiologia del San Paolo, diretta dal dottor Paolo Bellotti con il quale collaborano medici, dietisti, veterinari. Negli anni, la formula ha funzionato ed è stato deciso di esportarla fuori dalle mura ospedaliere. Ecco perché oggi, in provincia di Savona è possibile trovare ventun ristoranti la cui cucina è raccomandata dai cardiologi. Sono locali abilitati a fregiarsi del marchio “Ristorante del cuore”, dove si possono scegliere piatti che rispettano le regole di una buona alimentazione, attenta alla prevenzione cardiovascolare, consigliata quindi sia alle persone che hanno avuto problemi di salute sia a chi intende seguire uno stile di vita più sano. E per il 2012 sono state programmate nuove azioni promozionali mirate a sostenere il progetto. Sabato prossimo, 25 febbraio, sono in calendario a Varazze e Albenga due convegni incentrati su alimentazione e prevenzione cardiovascolare. L’appuntamento di Varazze è alle 10, nei locali di Palazzo Beato Jacopo, e nella città ingauna alle 15,30, nell’auditorium San Carlo di Palazzo Oddo. Identici il programma ed i relatori: dopo la presentazione del dottor Bellotti, interverranno il cardiologo Enzo Guglielmetto, le dietiste Laura Fadda e Laura Starnini, il veterinario esperto in sicurezza alimentare Gualtiero Fazio. Sarà il prologo ad un mese di marzo dedicato alle “prove sul campo”, ovvero a percorsi gastronomici che si proporranno di conciliare la sana alimentazione con i piaceri della buona tavola. Si tratta di una serie di 11 serate con i piatti del cuore in altrettanti ristoranti del Ponente e del Levante savonese: Scola (Castelbianco, giovedì 1 marzo), Trattoria Vignola (Ortovero, giovedì 8 marzo), Il Capanno (Ranzi di Pietra Ligure, giovedì 15 marzo), Il Polipo Matto (Borghetto Santo Spirito, venerdì 23 marzo), Pacan (Laigueglia, giovedì 29 marzo), Pian del Sole (Sassello, venerdì 2 marzo), da Sem (Albisola Superiore, sabato 3 marzo), Trattoria Terracqua (Varazze, mercoledì 7 marzo), Trattoria del Molino (Ellera, venerdì 9 marzo), Boma (Varazze, venerdì 16 marzo) e Santa Caterina (Varazze, venerdì 23 marzo).
La Giunta della Camera di Commercio sostiene l’iniziativa, che oltre a presentare elementi di originalità, ha un rilevante significato sociale, salutistico, culturale e anche turistico.
“Questo progetto – sottolinea Paolo Bellotti – esalta le straordinarie qualità, organolettiche e salutistiche, delle materie prime di cui dispone la nostra provincia, così che i nostri ristoratori, oltre alla prevenzione cardiovascolare, possono promuovere anche le eccellenze agroalimentari del territorio”.
D’intesa con la Camera di Commercio, sono stati organizzati seminari specifici per il personale di cucina e di sala, propedeutici all’attribuzione del marchio “Ristorante del cuore”. E la collaborazione tra medici e “chef” ha portato alla pubblicazione di un ricettario particolare dove si trovano esclusivamente piatti realizzati con ingredienti e dosi stabiliti secondo precisi codici dietetici.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: