Cultura e Musica

Premio Icom: nomination per il Museo del Finale

Il Museo Archeologico del Finale è stato inserito nella terna dei finalisti del “Premio ICOM Musei dell’Anno 2012” per la categoria “Miglior nuovo allestimento”. Il Premio, indetto dall’ICOM (International Council of Museums – Comitato Nazionale Italiano, ente affiliato all’UNESCO), in collaborazione con Banca Monte dei Paschi di Siena e “24 ORE Cultura – media partner”, ha l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche operative e gestionali dei musei italiani e farne emergere le eccellenze.

I riconoscimenti verranno consegnati a Mantova, a Palazzo Te, sabato 29 settembre alla presenza delle autorità, dei membri della giuria nazionale ed internazionale e del pubblico. “Crediamo che questo primo risultato – sottolineano il direttore del Museo, Daniele Arobba, e il conservatore, Andrea De Pascale – sia per tutti noi già un elemento di grande soddisfazione, in quanto va a riconoscere l’interesse ed il sostegno economico dell’Amministrazione Comunale e gli sforzi intrapresi nell’impegnativo lavoro di allestimento del nostro museo che, grazie ad un ampio “gioco” di squadra con diversi apporti disciplinari e ad un proficuo dialogo tra istituzioni pubbliche (Città di Finale Ligure, Regione Liguria, Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria) e private (Fondazione De Mari-Carisa, Istituto Internazionale di Studi Liguri), ha permesso al Museo Archeologico del Finale di raggiungere significativi risultati”. Il Museo Archeologico del Finale è dal 2006 Socio Istituzionale dell’ICOM, organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali, impegnata a preservare, ad assicurare la continuità e a comunicare il valore del patrimonio culturale e naturale mondiale, attuale e futuro, materiale e immateriale. Riunendo più di 30.000 aderenti presenti nei 5 continenti, l’ICOM costituisce una rete internazionale di comunicazione e di confronto per i professionisti museali di tutte le discipline e tutte le specialità, fissando standard di alto profilo ed elaborando documenti ed indicazioni tese a migliorare la qualità dei musei aderenti. Il Museo Archeologico del Finale ha intrapreso durante questi anni diverse azioni volte ad innalzare i propri standard (ad esempio dotandosi di una Carta dei Servizi, rinnovando un Regolamento ormai obsoleto, assorbendo le indicazioni di ICOM emanate nella Carta Nazionale delle Professioni Museali), con particolare attenzione al pubblico scolastico e alle famiglie (laboratori didattici, progetti formativi finalizzati con Istituti d’istruzione, Archeotrekking, audioguide, schede di sala, ecc.). Altrettanto viva è l’attività scientifica ed editoriale (sia divulgativa, sia rivolta agli operatori del settore), promossa in sinergia con Università italiane e straniere e diverse Soprintendenze, come mette in evidenza anche l’ultima versione aggiornata del sito web (www.museoarcheofinale.it).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: