Attualità

Presentato il percorso di prevenzione Covid nelle strutture ricettive savonesi

E’ stato illustrato, alla presenza dell’assessore regionale alla sanità Sonia Viale, del commissario dell’Asl2 Paolo Cavagnaro, del rappresentante dell’Unione Provinciale Albergatori e di alcuni medici, il percorso di prevenzione Covid nella strutture ricettive savonesi.

“Ringrazio i presenti, il dottor Sferrazzo ed il dottor Lovesio che ci spiegheranno il progetto”, dichiara il rappresentante dell’Unione Provinciale Albergatori, “e ci sarà una sorta di attestazione che dimostrerà che le strutture attivano tutte le procedure anti-Covid necessarie ed il turista saprà che ci sarà un programma di valutazione delle misure. Gli hotel soffrono per le importanti perdite e questo è uno dei primi progetti in Italia di questo genere; è nato dall’esigenza di non vanificare gli sforzi che le strutture hanno fatto per la sicurezza ed il turista avrà la certezza che è stato fatto tutto il possibile. Viene chiesta la sicurezza e la sinergia tra pubblico e privato porta qualcosa di valore ma voglio ricordare che dai primi di settembre sul sito dell’asl e sui social verranno messi in evidenza i nomi delle strutture che hanno aderito a questo ulteriore protocollo di sicurezza”.

Stessa soddisfazione da parte dell’assessore Sonia Viale :”Ringrazio i presenti dicendo che questo è un bellissimo esempio di alleanza tra istituzioni, tessuto economico ed aziende. L’emergenza ha portato molte difficoltà con conseguenti maggiori attenzioni ed un aumento dei costi; in questi giorni si sono avuti problemi con coloro che sono tornati dall’estero ma questo progetto è tempestivo, puntuale ed efficace. Occorre un’educazione sanitaria degli operatori secondo schemi definiti senza dimenticare lo sviluppo dei percorsi di conoscenza delle regole; questo progetto è da esportare anche nelle altre tre province e sono convinta che l’Asl2 abbia una visione di sistema. Il controllo dei posti di lavoro è importante e si chiedono poche cose come le postazioni dei disinfettanti visibili e le istruzioni nelle principali lingue straniere che sono inglese, francese e tedesco. Sono soddisfatta di questo lavoro che accompagna i percorsi difficili degli operatori del settore e comprende schede di autovalutazione che i titolari devono elaborare per affrontare il contenimento ed il distanziamento; tutto ciò non è una vessazione ma un’opportunità di vivere tranquillamente la stagione. Questo è un volano per la buona accoglienza in sicurezza sul nostro territorio e voglio ricordare che il virus c’è ma il turismo è la nostra forza”.

“Questo importante progetto ha come scopo la prevenzione e l’educazione ma occorre dare strumenti per operare bene creando una sinergia per ridurre il rischio”, afferma Paolo Cavagnaro, commissario Asl2, “ed i protocolli pensati per gli ospedali verranno adeguati alle strutture ricettive per i turisti e per il personale. Ringrazio l’Associazione Albergatori e tutti coloro che vengono qui devono sentirsi sicuri riducendo al minimo il rischio; il progetto sarà realizzato in collaborazione tra gli albergatori ed il dipartimento di prevenzione dell’Asl con tutta l’esperienza accumulata nei mesi scorsi. Bisogna dare una risposta all’emergenza prevenendo il rischio anche perchè il turismo è un’attività fondamentale per l’economia provinciale e tutti devono poter lavorare in sicurezza; questo progetto è un lavoro di qualità che coinvolge diversi soggetti”.

“Il nostro progetto è nato in un importante contesto”, sottolinea il dottor Lovesio, “ed il dipartimento di prevenzione, che ha come scopo la tutela della salute, ha fatto questo programma per la protezione di tutti fornendo un sostegno attivo alle aziende del settore. Le autorità devono intervenire per promuovere le iniziative tese a migliorare la salute con un metodo di trasparenza; questo progetto ha in sè un lavoro che favorisce le organizzazioni che sanno fronteggiare bene il rischio dimostrando la capacità di governare lo stesso. I controlli verranno svolti in basa ad un’analisi del rischio con maggiore attenzione dove ci sarà un rischio più elevato anche perchè chi partecipa sa come governare il programma; il rischio diminuisce e ci saranno controlli maggiori dove ce ne sarà più bisogno”.

“Il progetto è ad adesione volontaria”, evidenzia il dottor Sferrazzo, “ed emergerà chi è in regola facendo passi in più come una corretta scelta dei dispositivi di protezione individuale, la sanificazione ed il distanziamento per la sicurezza. Chi aderisce farà rete per condividere le soluzioni alle criticità con una collaborazione tra pubblico e privato facendo emergere l’impegno e la valorizzazione con la pubblicazione di coloro che aderiscono. Si avrà una struttura modulare che si sviluppa nei singoli settori di ogni attività; occorre una collaborazione tra le diverse associazioni di categoria per leggere le schede e trasferire le informazioni con personale che lavorerà per noi a servizio della collettività. Ci saranno diversi controlli e la promozione partirà dall’autovalutazione mettendo a disposizione 19 schede di autovalutazione di cui una di base; chi aderirà dovrà rispondere a requisiti specifici e le associazioni di categoria faranno una prima valutazione del materiale ed il dipartimento di prevenzione valuterà il rispetto dei requisiti”.

“Saremo aiutati a sistematizzare il lavoro di valutazione”, riprende il rappresentante dell’Associazione Albergatori, “e l’associazione ci metterà le risorse necessarie. Per noi è un costo ma è un investimento e quando è stato presentato in giunta regionale è stato subito approvato”.

“Saluto tutti e dico che sono contento che questo progetto è iniziato ed abbiamo reagito alla grave crisi dando accoglienza. Il progetto è unico ed innovativo e ci vede impegnati in prima linea; ringrazio i dirigenti dell’Asl2 dicendo che abbiamo a cuore la sicurezza del personale e dei turisti. Seguire le procedure è importante perchè per noi dare accoglienza turistica è fondamentale”, conclude Angelo Berlangieri, presidente dell’Associazione Albergatori, attraverso una telefonata.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: