Attualità

Raccolta differenziata diminuita in 16 comuni savonesi

La Regione ha “certificato” i risultati di raccolta differenziata ottenuta dai comuni liguri nel corso del 2011. Sulla base dei dati e del raffronto con i numeri dell’anno precedente, saranno ripartiti i premi da attribuire ai comuni “virtuosi”, mentre le “maglie nere” dovranno fare i conti con le sovrattasse previste dalla legge.  Interessante notare, a questo riguardo, che ben 16 tra i 69 comuni della provincia di Savona, hanno visto scendere nel 2011 la percentuale di raccolta differenziata in rapporto al totale dei rifiuti prodotti.

In qualche caso – come a Mioglia, Nasino, Quiliano, Vezzi Portio – si tratta di quote quasi impercettibili, mentre differenze negative più sensibili hanno riguardato Borghetto Santo Spirito ( -6%) e Cengio (-3,5%), per raggiungere la punta più alta nel comune più piccolo, Massimino, 119 abitanti, dove la raccolta differenziata, già scarsa, si è ridotta dell’8%, scendendo al 2,02% del totale. Va anche detto che Massimino è anche uno dei comuni con minore produzione pro capite di rifiuti urbani (321 kg/anno). Non si sono inoltre dimostrati particolarmente “virtuosi” i tre maggiori centri della provincia. A Savona città la differenziata è cresciuta dell’1%, passando dal 20,84 al 21,85% (il target previsto dalla legge era fissato per il 2011 al 45%). Ma non sono andati troppo bene nemmeno Cairo Montenotte, sceso dal 35,83% del 2010 al 34,71% del 2011 (-1,1%), e la pur “virtuosa” Albenga, che dopo aver superato la soglia del 45% nel 2010 (45,69%) si è fermata al 44,56% lo scorso anno. Le migliori performance – va ricordato – hanno riguardato i comuni di Garlenda (passato in un anno dal 23,76 al 75,44% di raccolta differenziata), e di Arnasco (balzato dal 21,84 al 58,59%). Curiosamente, in entrambi i comuni si è verificato un tracollo dei rifiuti prodotti: a Garlenda il quantitativo raccolto è sceso in un anno da 1.018 a 708 tonnellate, ad Arnasco da 240 a 208 tonnellate.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: