Cultura e Musica

Rassegna "Giovani Concertisti"

Sabato 14 aprile, a Loano, prenderà il via la prima edizione della rassegna “Giovani Concertisti” promossa dall’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano in collaborazione con l’Associazione Musicale S.M. Immacolata di Loano. “Inauguriamo una nuova rassegna – dice l’Assessore Remo Zaccaria – dedicata a giovani musicisti.

A curare l’iniziativa sarà l’Associazione Musicale S.M. Immacolata, che ha selezionato alcuni tra i migliori talenti della musica ligure, insieme a solisti di fama nazionale e internazionale come il polistrumentista milanese, Tommaso Vivaldi e il sedicenne pianista sassarese, Federico Pulina. In tutto saranno cinque i concerti, due si terranno nel teatro dei Padri Cappuccini e tre saranno ospitati nel Palazzo Doria. Sono certo che la varietà dei programmi e le capacità degli interpreti sapranno conquistare l’interesse di un ampio pubblico.” A dare il via alla rassegna, alle ore 21.30, nel Cinema Teatro Padri Cappuccini, sarà il concerto per saxofono e pianoforte del duo Nari-Piana.  Nella serata saranno presentati brani di A. Glazounov, J. Ibert, P. Iturralde, H. Eccles, E. Bozza, D. Milhaud, P. Woods. Davide Nari frequenta l’ultimo anno del Corso Superiore di Sassofono del Conservatorio di Musica “N. Paganini” di Genova. È direttore artistico e docente di clarinetto e saxofono e presso il corpo bandistico “S. M. Immacolata” di Loano. Ha conseguito la prestigiosa laurea LTCL di Concertista nel Trinity College of London e ha vinto numerosi premi. Ha all’attivo produzioni e collaborazioni discografiche, tra le quali il cd “First” con il “Saxophobia Sax Quartet” e il cd “La mia canzone” con il gruppo “Cristian e la Luna Nueva”. Attualmente fa parte del Saxophone Quartet “Saxophobia” e suona in numerose bande musicali e orchestre della Riviera Ligure. Giovanni Piana ha iniziato gli studi musicali all’età di 9 anni, diplomandosi diciannovenne col massimo dei voti presso il Conservatorio Paganini di Genova, dove ha conseguito il Diploma Accademico di II Livello. Si è perfezionato con M. Damerini. B. Canino e A. Miodini, e in musica da camera col Trio di Parma. Ha debuttato nel ’99 col raro Concerto per pianoforte e orchestra di Domenico Puccini e ha proseguito con un’intensa attività che lo ha portato ad esibirsi, come solista e camerista, nei più importanti centri culturali liguri e festival nazionali, ottenendo recensioni nettamente positive sui giornali locali. Ha frequentato i corsi tenuti dai maestri Fountain, Lonquich, Masi, Austbo, Rév e nel 2009 i corsi dell’Ecole Normale a Parigi. Insegna all’Accademia Teresiana di Arenzano e parallelamente svolge l’attività di maestro collaboratore presso il Conservatorio di Genova. La rassegna proseguirà, domenica 15 aprile, con la formazione Ladies Clarinet Quartet composta da quattro giovanissime clarinettiste, studentesse del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova sotto la guida dei Proff. Pier Paolo Fantini e Giuseppe Laruccia.  Elena Bacchiarello, Gaia Gaibazzi, Ilaria Laruccia e Francesca Ospovat nell’agosto 2008, in occasione dei corsi internazionali di perfezionamento della Società Jupiter, hanno deciso di intraprendere l’attività concertistica debuttando nell’ottobre dello stesso anno. Nel novembre 2008 hanno partecipato al Concorso Internazionale Città di Chieri ricevendo una Menzione Speciale dalla Commissione formata da musicisti italiani e stranieri di altissimo livello. Hanno già numerosi concerti al proprio attivo (Assessorato alla Cultura Provincia di Genova, Fondazione per la Cultura Palazzo Ducale, Università di Genova, Assessorato alla Cultura Comune di Savona, Teatro Cargo di Genova, Comitato Regionale Ligure Croce Rossa Italiana, Rotary Club Genova, Lions Club) e svolgono attività concertistica in vari ambiti con un repertorio di brani originali e trascritti per questo tipo di formazione.

Il quartetto eseguirà brani di W.A. Mozart, C. Grundman, J. Francaix, J. Strauss, L. Delibes, R. Kernen, A. Piazzolla e una suite per 4 clarinetti su temi della tradizione genovese di M. Balma.  La rassegna si sposterà poi nel Palazzo Doria, dove il 21 aprile, alle 21.30, suonerà Mistralia Quartet (flauto/ottavino – violino/viola/chitarra – clarinetto – pianoforte), formazione che riunisce Michele Menardi Noguera, Luca Sciri, Luca Soi e Leonardo Ferretti.  I quattro musicisti esplorano forme popolari europee, proponendo brani arrangiati e rivisitati con tecniche della musica colta, stilemi contemporanei e minimalisti che rinnovano il fascino evocativo delle melodie originali.  La formazione, inusuale dal punto di vista dell’organico, risulta efficace pensando ai quattro filoni popolari affrontati (klezmer, occitano, zigano, bretone/celtico), generi che hanno come strumenti principi il clarinetto, il violino e il flauto. Mantenendo la sua vocazione classica il Mistralia Quartet propone anche brani di grandi compositori particolarmente vicini alla musica popolare come B. Bartók e M. Bruch. Assecondando la direzione da cui soffia il Mistral (Maestrale) il quartetto propone una sorta di “concerto itinerante”, un viaggio musicale che dalle isole Britanniche conduce verso Oriente in cui l’ascoltatore può “vedere ciò che sente”.  Il 28 aprile, sempre nel Palazzo Doria, alle 21.30, protagonista sarà il sassofonista Tommaso Vivaldi, eclettico musicista milanese, accanito ricercatore timbrico, entrato a far parte del mondo della musica a sei anni. Ha intrapreso gli studi musicali nel Conservatorio G. Verdi di Milano, studiando Pianoforte e Saxofono, e ha frequentato corsi di specializzazione con Jean Marie Londeix, Eugene Rosseau, Marco Bontempo, Rosario Giuliani. Fin da bambino sviluppa un interesse a 360 ° per la musica a cominciare da quella Classica e nel corso degli anni attraversa diverse fasi musicali, passando dal Jazz al Rock al Pop. Oggi ha progetti attivi in diversi ambiti musicali. La chiusura della rassegna sarà affidata, il 5 maggio, a un giovanissimo pianista sassarese, il sedicenne Federico Pulina.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: