Attualità

Riflessione sull'apertura delle "Officine"

Ieri c’ e’ stata a Savona l’ inaugurazione del ” Centro polifunzionale ” ” Le Officine” , nell’ area dell’ ex Metalmetron, un’ area industriale dismessa da molti anni. Il progetto e’ stato realizzato da New.Co. Savona, societa’ costituita dalla cooperativa Unieco, importante impresa di costruzioni italiana e da Alfa Costruzioni Edili. Sono presenti 17500 metri quadri di spazi commerciali, una struttura ricettiva appartenente alla catena Idea Hotel, che sara’ la piu’ grande della citta’ con le sue 102 camere. A completamento del progetto un’ area artigianale e 1600 parcheggi gratuiti. Per ora hanno aperto, per quanto riguarda i grandi marchi: Conad, Euronics, Pittarello e Brico; a breve saranno seguiti da Mc. Donald’s,che aprira’ anche un Mc drive e Maison du Monde.

Quello su cui credo sia importante riflettere è la necessità per una citta’ come Savona di questo centro e le opportunita’ , da ogni punto di vista, che puo’ creare, in proiezione futura, alla luce del periodo economico che stiamo vivendo. La prima considerazione che si puo’ fare e’ che nel momento in cui si e’ progettata la riqualificazione dell’area, non si poteva immaginare che ci saremmo trovati alle prese con una crisi di questa entita’. Nel frattempo, oltre all’ aspetto economico recessivo, un anno e mezzo fa a pochi chilometri di distanza ( Vado Ligure) e’ stato aperto il Molo 8.44, struttura similare, anche se con la presenza di marchi diversi. Oggi ci troviamo quindi ad avere, nel raggio di pochi km, il centro commerciale ” il Gabbiano” , ” le Officine” ed ” il Molo” , con una domanda bassa , causa recessione. Si potrebbe obiettare che ” Le Officine” abbiano portato un incremento delle assunzioni e quindi una riduzione della disoccupazione locale. Per ora questo non e’ avvenuto , proprio perche’ vista la situazione economica , gli operatori commerciali hanno effettuato assunzioni limitate allo stretto necessario, anche se Alberto Benassi , Presidente della New Co S.p.A. , e’ fiducioso per il futuro visto che con l’ apertura di Mc. Donald’s , Maison du Monde ed Idea Hotel ve ne saranno un centinaio. Nel giorno di’ inaugurazione, come prevedibile, vi e’ stato un grosso afflusso di pubblico, di tutte le fasce d’ eta’, attratto dalla curiosita’ per questo nuovo parco turistico commerciale . Da parte dei commercianti al dettaglio locali sono piovute critiche e preoccupazioni gia’ nei mesi scorsi contro una grande distribuzione che li schiaccia sempre di più . Inoltre, non si puo ‘ ragionevolmente pensare che il nuovo centro possa contare su un bacino di utenza comprendente il Basso Piemonte, vista la presenza di Mondovicino o del Serravalle Outlet. Al massimo si puo’ sperare di ampliare la clientela con l’ estremo Ponente ligure. Ma allora resta la considerazione se per una citta’ come Savona non risultino eccessive le grandi strutture commerciali che da oggi si trovera’ ad avere, alla luce anche della congiuntura economica. La risposta , in termini di fatturato, la darà il tempo e soprattutto il mercato.

Stefania Scarone

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: