Altri SportSport

Riparte la stagione in A2 del Savona HC

savona hockey club

Riparte il campionato di Serie A2 maschile. Dopo la conquista di una storica matematica salvezza, giunta all’ultima giornata della scorsa stagione, per il Savona Hockey Club, è già tempo di scendere nuovamente in campo per cercare di restare ancora nella Serie A dell’hockey. Primo impegnodomani a Pisa contro il locale C.U.S. che non nasconde velleità di promozione a giudicare dalla campagna di rafforzamento fatta in estate. Pertanto il Savona HC sarà chiamato a dover sfoderare, fin da subito, una prestazione di rilievo, se vorrà strappare almeno un pareggio contro un’avversaria particolarmente ostica, che nella scorsa stagione è stata in lizza fino alla penultima giornata per cercare di centrare i play-off promozione in serie A1.

Quest’anno la squadra seniores maschile è stata affidata al tecnico Giuseppe Bruzzone che è subentrato nella guida tecnica a Davide Vaglini. Quest’ultimo potrà dedicarsi maggiormente a seguire il settore giovanile, autentico fiore all’occhiello della società biancoverde (un argento italiano U14m ed il recente oro al Trofeo C.O.N.I. riservato agli U14). inoltre Davide Vaglini potrà avere più tempo per dare una mano ai propri compagni di squadra mettendosi a disposizione del coach Bruzzone come giocatore, potendo così togliersi anche la immensa soddisfazione di poter giocare insieme al proprio figlio maggiore Riccardo, classe 2001, che inizierà ad aggregarsi alla Prima Squadra. Anche altri giovani interessanti nati del 2001 (anche loro facenti parte della U14 maschile vice campione d’Italia della scorsa stagione) inizieranno a muovere i propri passi in Prima Squadra: tra questi Michele Gaibazzi, figlio di Angelo Gaibazzi vulcanico dirigente del team biancoverde, oltre a Gjergji Boshkay e Daniel Jonas.
Per il resto la squadra seniores, nella stagione che andrà ad iniziare, dovrà fare a meno di alcune pedine importanti a causa di contingenti motivi sia familiari che di lavoro. Da parte dell’intera dirigenza biancoverde c’è sempre comunque la speranza che questi atleti di esperienza possano in qualche maniera rientrare nei ranghi quanto prima, al fine di mantenere alto il livello di competitività della squadra.

A livello di rafforzamento, il team biancoverde non potrà più contare sull’apporto di atleti in prestito “limitato” da altre di altre società, avendo la Federhockey eliminato nel frattempo tale regola.
A far parte della rosa ci saranno ancora i due “vecchietti inossidabili” Massimo Pavani e Ruben Nuñez, i quali metteranno a disposizione della squadra ancora molta della loro pluridecennale esperienza.
Certa anche la presenza dei fratelli Roberto e Matteo Montagnese; quest’ultimo è stato l’autore dello storico gol “salvezza” del definitivo 2-2 nell’ultima gara dello scorso campionato contro il Città del Tricolore Reggio Emilia.
L’allenatore Bruzzone potrà contare sull’apporto degli U21, ormai diventati dei veri e propri punti di forza del collettivo biancoverde (Bormida, Ghiglia, Bajrami, Fardellini, Valsecchi D., Manzino).
Sul versante degli innesti di giocatori stranieri, i fratelli Tomasz e Michal Wachowiak non potranno dare il proprio contributo alla causa bianco-verde a causa di impegni concomitanti con il proprio club polacco di appartenenza.
Anche per quanto riguarda l’egiziano Hassan Abdelaziz, quest’ultimo potrebbe rientrare ancora nei piani del Savona HC in corso di stagione, proprio per cercare di rafforzare in extremis la rosa a disposizione del coach Bruzzone.
In campo maschile il Savona, nella stagione 2015/2016, scenderà in campo anche nei seguenti campionati: U16, U14 e U12.

Il Savona HC in campo femminile prenderà parte invece ai seguenti campionati:   A2 , U16, U14 e U12.
Sfumata la possibilità di proseguire la collaborazione con la Moncalvese avendo la Federhockey ridotto drasticamente la formula dei prestiti giovanili per quanto concerne l’obiettivo di puntare al titolo italiano U18 femminile, l’allenatore Elia Francone potrà senza dubbio continuare a lavorare in funzione di far fare esperienza in A2 al gruppo delle giovanissime atlete, soprattutto grazie alla possibilità di poter continuare ad usufruire dell’apporto di alcune giocatrici d’esperienza braidesi.
Nel frattempo è stato ufficializzato il prestito annuale dell’atleta Elettra Bormida all’Hockey Cernusco, società che milita nel massimo campionato di A1 con ambizioni di vertice ed allenata da Daniela Possali, ex giocatrice della nazionale italiana. Per Elettra Bormida si tratta di un ritorno in terra cernuschese, poichè vi aveva già militato nella seconda parte della scorsa stagione sportiva tramite la formula del prestito “limitato”, prendendo parte ad alcune gare e mettendo a segno anche due reti. A Cernusco, Elettra ritroverà alcune delle sue compagne di squadra delle nazionali giovanili U16 e U18, insieme alle quali cercherà di conquistare lo scudetto e consolidare allo stesso tempo la propria posizione di atleta di interesse nazionale in funzione dei futuri impegni in chiave azzurra.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: