Attualità

Rivive la tradizione dei Cantieri Baglietto

E’ stata fissata per martedì 25 giugno la conferenza dei servizi che sarà chiamata, in sede deliberante, a rilasciare l’autorizzazione unica ambientale che consentirà alla società Lusben Varazze di svolgere l’attività di cantieristica navale sulle aree degli ex Cantieri Baglietto. Andrà così a completarsi il disegno avviato nel dicembre scorso, quando Marina di Varazze, la società che fa’ capo alla famiglia Vitelli (gruppo Azimut Benetti) ,concessionaria del porto varazzino, aveva acquisito il restante 50% della società Alfa Servizi Nautici.

L’operazione aveva consentito a Marina di Varazze di poter disporre dell’intera area ex Baglietto, con l’inserimento di Alfa Servizi Nautici nella società Lusben, la divisione specializzata in servizi nautici del gruppo di Avigliana. Marina di Varazze ha in corso un progetto per ristrutturare e trasformare l’area in un moderno centro di manutenzione e riparazione per yachts dai 25 ai 50 metri.

Marina di Varazze possiede inoltre la concessione per lo specchio acqueo di fronte al cantiere, dove possono attraccare imbarcazioni fino a 60 metri, oltre che numerosi ormeggi minori. Il centro di riparazioni varazzino è dotato di piazzali e capannoni, di un travel lift da 500 tonnellate e di numerosi servizi a terra che gli potrebbero consentire di diventare uno dei più importanti del Mediterraneo. Nell’orbita dal gruppo Azimut Benetti gravitano attualmente, oltre a Marina di Varazze, Marina di Viareggio, Marina di Valletta (Malta), Marina di Mosca, oltre ad una partecipazione nella società Porto di Sanremo Srl.

Per quanto riguarda i servizi cantieristici, il gruppo si avvale, oltre al cantiere Lusben di Varazze, del Centro di Refit Lusben di Viareggio, del Centro Refit Lusben per maxi-yachts di Livorno, e di strutture per il refit a Fano, sull’Adriatico.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: