Sport

Rugby: il derby del ponente va al Savona

Si è giocato domenica il derby ponentino tra Savona ed Imperia, valido come recupero della prima giornata di ritorno del campionato di serie C territoriale. Una sfida molto sentita da entrambe le formazioni, che nonostante abbiano oramai irrimediabilmente perso il contatto con le prime tre della classifica, Spezia, Acqui e Cogoleto, si giocano direttamente la quarta posizione. Poco importano quindi i punti, ai fini del campionato, ma un derby è pur sempre un derby.

Il Savona, forte del campo di casa, inizia subito a fare pressione sugli avversari: sono però gli ospiti che dopo pochi minuti sfiorano la meta, salvata dalla difesa savonese a pochi metri; è però la discreta superiorità del pacchetto di mischia di casa che, soprattutto nelle fasi chiuse, fornisce diversi palloni buoni ai 3/4; proprio grazie ad una fase di avanzamento degli avanti è P. Vallarino a concludere l’azione nel migliore dei modi al 10’ marcando la prima meta, con trasformazione del capitano A. Costantino. L’Imperia ovviamente rialza subito la testa, e si propone in avanti, e con un calcio piazzato del mediano di mischia marca i primi 3 punti della giornata al 14’. Ma il ritmo del Savona rimane più alto, e i padroni di casa dopo un’altra fase di avanzamento molto intensa sfiorano la meta con una giocata veloce, vanificata da un piccolo errore e dalla difesa imperiese che impedisce al portatore di palla di schiacciare in meta. Su un’azione fotocopia della precedente al 30’ non sbaglia il mediano R. Ermellino; seconda meta per il Savona e trasformazione di A. Costantino, che si ripete poi al 44’ su un calcio di punizione. Il primo tempo si chiude quindi sul risultato di 17 a 3. Nella ripresa, con forze fresche in campo, il Savona prova a riproporre il suo ritmo, ma nei primi minuti è l’Imperia a costruire alcune belle azioni, senza però riuscire a concretizzare. Al 7’ per un intervento in una ruck il pilone imperiese riceve il cartellino giallo, e il vantaggio numerico permette al Savona di riportarsi in avanti: al 15’ dopo un buon avanzamento, e grazie a un potente sfondamento del n.8 savonese G. Lazarciuc, il mediano R. Ermellino ha la palla buona tra le mani e riesce a marcare la terza meta (la seconda personale) incrementando così il vantaggio.
L’Imperia ha però ancora cartucce nel caricatore, e al 19’ riesce a marcare la meta all’ala, con un’ottima trasformazione del n.9 nonostante la posizione angolata, riportandosi così in partita.
Gli ultimi 20 minuti sono di fuoco, molto combattuti, ma comunque giocati con correttezza da entrambe le formazioni; il Savona tenta diverse volte di trovare il varco buono per poter marcare la quarta meta, ma la difesa dell’Imperia non lascia spazi: sono invece ancora gli ospiti che sul finire del secondo tempo con una bella azione alla mano vanno di nuovo in meta al lato del terreno di gioco, con un’altra difficile trasformazione del n.9 imperiese che si ripete come poco prima.
Sono le ultime emozioni del derby ponentino, che vede il Savona davanti all’Imperia col risultato finale di 22 a 17.
Ottima prova di cuore del Savona, che a giochi ormai fatti dimostra di avere ancora il carattere e l’orgoglio di superare l’avversario, punto di partenza ottimo per la prossima stagione.
Grande giornata per il primo centro A. Bledar, che corre avanti e indietro per tutto il campo per 80 minuti, e ottima prestazione del tallonatore D. Rossello, che in mischia arpiona palloni per tutta la partita.
Mancano solo 2 partite alla fine del campionato; per domenica prossima è in programma la sfida con la formazione de “Le Tre Rose” sul campo di Casale Monferrato.
I risultati del recupero della 1° giornata di ritorno:
Gruppo P&F Amatori Genova – Eco Eridania Cffs Cogoleto 21/58
Cus Savona – Imperia 22/17
Acqui Terme – Le Tre Rose Casale Monferrato 22/0
CLASSIFICA:
Acqui Terme punti 44
La Spezia e Cogoleto punti 40
Imperia 29
Cus Savona 28
Le Tre Rose 24
P&F Amatori Genova 5
Tigullio Rugby Rapallo 2
Per le categorie giovanili, brutta giornata per l’Under 20 ad Asti, sconfitta per 22 a 7. Prova d’orgoglio per il Savona, che con una squadra rimaneggiata con tanti infortunati in campo, contro un Asti forte di una posizione dominante in classifica, limita i danni. Per il Savona, meta di Di Murro, con trasformazione dello stesso, ma ottima partita per tutti i ragazzi in campo.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: