Please assign a menu to the primary menu location under menu

Curiosando qua e là

San Gabriele, Patrono Arma Trasmissioni, componente abilitante e tra quelle a maggior valenza tecnologica del nostro Esercito

Il giorno 29 settembre si celebra San Gabriele, festa liturgica dell’Arcangelo dell’Incarnazione, Patrono dell’Arma delle Trasmissioni dell’Esercito da cui proviene anche l’attuale Capo di Stato Maggiore di Forza Armata, Generale Pietro Serino; lo rende noto il Sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli.

“Nella giornata in cui si celebrano i Santi Arcangeli, tra cui la figura di San Gabriele Patrono dell’Arma delle Trasmissioni dell’Esercito Italiano, sono particolarmente lieta di esprimere i più fervidi voti augurali a tutti i Trasmettitori, in servizio ed in congedo, e ai loro familiari”, dichiara il Sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli, “e come osserviamo quotidianamente nell’odierno contesto della comunicazione istantanea e pervasiva, lo scambio informativo riveste un ruolo prioritario ed imprescindibile, risultando strategicamente determinante ormai in tutti gli ambiti della nostra esistenza, non solo sociale”.

“Ben consci da tempo di questa rilevanza”, prosegue Stefania Pucciarelli, “che in termini militari potremmo sintetizzare in “ciò che non è trasmesso è come se non fosse mai esistito ed un messaggio inesatto può fare la differenza tra la vita o la morte”, gli uomini e le donne dell’Arma Trasmissioni, oggi composta dalle Specializzazioni Telematica e Guerra Elettronica, svolgono un ruolo abilitante per la Forza Armata di appartenenza e, tramite essa, per lo strumento militare interforze. Grazie alle elevate qualità professionali dei suoi Trasmettitori, sinergicamente integrati con tutte le altre componenti dell’Esercito, nonché in virtù della modernità tecnologica dei mezzi in dotazione e della prontezza operativa delle sue Unità, quest’Arma dinamica, flessibile ed efficace garantisce oggi alla Forza Armata interconnessioni sicure ed affidabili su scala virtualmente globale”.

“Il valore abilitante di tutto ciò risiede nel consentire di “comunicare in maniera puntuale ed esaustiva, riuscendo così ad assicurare una veloce consapevolezza condivisa sugli eventi lungo tutta la linea di Comando, essenziale per l’efficace impiego coordinato delle risorse nei moderni teatri”, conclude il Sottosegretario alla Difesa.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: