Cronaca

Savona, da domani iniziano i lavori del nuovo ponte mobile

Apre domani il cantiere per la costruzione del nuovo ponte mobile della Darsena Vecchia. Assegnata con una gara di progettazione esecutiva e di esecuzione dei lavori, la realizzazione della struttura -che sostituirà l’attuale ponte levatoio- è affidata all’impresa Cometal Spa di Parma che prevede il completamento dei lavori in 9 mesi. Il progetto prevede una struttura girevole a due elementi rotanti contrapposti, lunghi circa 25 metri, bilanciati tramite un contrappeso, e una sopraelevazione dell’impalcato rispetto al piano attuale delle banchine contenuta al minimo indispensabile far fronte alla differenza di quota tre le due banchine opposte.

L’accesso al ponte sarà garantito mediante larghe scalinate e rampe (la larghezza utile di passaggio pedonale sarà pari a 2,5 metri) allo scopo di eliminare ogni tipo di barriera architettonica e di agevolare la mobilità del trasporto bagagli.Le due ante del ponte quando rimarranno aperte, in posizione contrapposta, non interferiranno con gli ormeggi.L’intera struttura portante è sostanzialmente costituita da due profilati metallici a doppio T sagomati ad arco, mentre la struttura superiore sarà ricoperta con doghe antiscivolo trasversali di legno marino e protetta con un parapetto metallico di altezza minima di 1,10 metri, in linea con le normative vigenti in materia, suddiviso da elementi verticali, al fine di impedire l’arrampicabilità e la scalabilità da parte delle persone, e il passaggio di una sfera del diametro di 10 cm. Sotto il profilo della gestione e della sicurezza, il ponte sarà dotato di tutti i presidi attivi e passivi necessari a garantire l’incolumità delle persone e la sicurezza del passaggio delle barche mediante telecamere, cancelli automatici, fotocellule, segnali acustici e luminosi. La scelta della tipologia di ponte a raso ha permesso di evitare ogni forma di barriera architettonica. I problemi evidenziati dalle associazioni disabili nel corso degli anni per l’attraversamento dell’attuale ponte levatoio saranno così superati dal momento che l’accesso da entrambi i lati delle banchine potrà avvenire, oltre che attraverso le scalinate, anche con le due rampe di pendenza non superiore all’8%La realizzazione dell’opera comporterà una spesa intorno a 1,3 milioni di euro

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: