Attualità

Savona e navi Costa: binomio che funziona

Costa Crociere ha confermato il suo radicamento a Savona ed i programmi di espansione portuale. Nel 2012 i croceristi attesi al Palacrociere saranno circa 900.000 con 220 scali, risultati non solo in linea con i numeri record registrati nel 2011 ma quasi inattesi alla luce della situazione di emergenza vissuta da Costa dopo la tragedia di Concordia A fine maggio, inoltre, inizieranno i lavori per la costruzione del secondo terminal passeggeri, che sarà pronto per la stagione autunnale delle crociere 2013, l’anno del rilancio e del ritorno alla crescita. La continuità ed il rafforzamento del rapporto tra Costa Crociere e Savona è stata ribadita questa mattina nel corso di un incontro a Palazzo Lamba Doria tra il direttore generale di Costa Crociere, Gianni Onorato, il sindaco di Savona, Federico Berruti, il presidente della Camera di Commercio di Savona, Luciano Pasquale, e il presidente dell’Autorità Portuale di Savona – Vado Ligure, Rino Canavese.

Un incontro che può essere sintetizzato in due affermazioni di Onorato: La prima: “Ripartiamo, dopo la grande emergenza, partendo da due punti fermi: da Genova, dove c’è il nostro quartier generale, e dal porto di Savona, dove c’è la nostra casa”. La seconda: “Non so immaginare Savona senza Costa Crociere e non so pensare a Costa Crociere senza Savona”.
Confermato quindi l’impegno, con un investimento di 9 milioni di euro, per il raddoppio del Palacrociere, la stazione marittima che la Compagnia italiana gestisce direttamente dal 2003. La gara d’appalto dei lavori è stata completata il 10 febbraio scorso. L’assegnazione dell’incarico alla ditta appaltatrice, espletate tutte le procedure, avverrà a fine aprile 2012. Il cantiere resterà aperto circa 15 mesi; con la previsione quindi che a fine agosto 2013, quando inizia la stagione di massima concentrazione di navi da crociera a Savona, il nuovo terminal sia operativo per le prime navi.
Gli studi professionali coinvolti nella progettazione sono tutti liguri: Studio Vicini Architetti (architetti Luigi Vicini e Andrea Piazza), che aveva già lavorato alla progettazione del Palacrociere e del Palacruceros di Barcellona; Studio Tecnico Montaldo e Canale; C.V.D. Progetti.
Il secondo terminal, illustrato a Palazzo Lamba Doria dall’arch. Vicini, avrà un’area complessiva di 3.500 mq. Sarà un terminal “satellite”, funzionalmente collegato alla stazione marittima esistente, con la possibilità, quindi, di utilizzare i servizi già presenti nel Palacrociere, ma in grado di operare come un terminal autonomo, con aree di attesa, aree di transito e area bagagli indipendenti.
Il Palacrociere sarà protagonista nella programmazione delle crociere Costa anche per le vacanze pasquali 2012. Nel corso delle ultime due settimane, Costa Crociere ha registrato per le 5 crociere di Pasqua del 2012 trend di prenotazioni superiori a quelli per le crociere di Pasqua del 2011. “Costa Crociere – ha aggiunto Gianni Onorato, che in alcuni passaggi del suo intervento è sembrato tradire tensione ed emozioni – ha dovuto annullare, per rispetto verso le vittime di Concordia, il battesimo pubblico di Fascinosa, previsto proprio qui a Savona a inizio maggio. In questi mesi ci siamo dovuti concentrare su altro, sull’emergenza ma anche sulla tutela dei nostri 24 mila dipendenti e su come conservare la fiducia dei milioni di ospiti che hanno creduto nel modello Costa”.
Savona, il suo porto, la città, la provincia, hanno voluto incoraggiare la Compagnia su questo percorso fatto di dolore e sobrietà ma anche di orgoglio. E questo sostegno può essere reso efficace accrescendo il contributo che la comunità locale può dare al rilancio di Costa Crociere, così come le crociere possono sempre più contribuire a far crescere la città.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: