CalcioSport

Sotto l’ombra Del chinotto – Non c’è due senza tre

Nel calcio inanellare tre vittorie consecutive vuol dire a qualsiasi livello essere proiettati ben al di fuori delle più rosee aspettative. Un filotto da nove punti nove consente infatti di traguardare legittimamente obiettivi prima impensabili. Questo è quanto può accadere ai “ragazzi” di De Paola reduci dalla bella trasferta in quel di Sarzana (1 a 0 contro la Fezzanese con rete del top player Disabato) che stanno preparandosi per la rivincita con il Vado ( 1 a 2 all’andata, non senza rammarico e recriminazioni) che andrà in scena domenica in uno stadio Bacigalupo che ci auguriamo sia gremito all’inverosimile anche per aiutare con un incasso record la società di via Chiabrera che come si sà sta attraversando un momento storico intriso di traversie.Rimanendo sempre in spasmodica attesa di comunicazioni ufficiali provenienti dal management milanese che opera ai vertici, le note salienti del dopo “Luperi” (finalmente una festa felice per gli ultrà che ancora una volta hanno fatto sentire tutto il loro calore a capitan Ghinassi e compagni) constano dell’arrivo in prestito della mezzala ex vivaio Genoa Cristian Fossati (figlio d’arte, leva 2001), del ritorno al Torino dell’esterno D’Ambrosio (probabilmente dirottano a Fossano), ma soprattutto salvo sorprese dell’ultimo minuto della conferma di quanti si vociferava che sulla scorta di Obodo potessero lasciare il Letimbro per approdare tra i professionisti.Ha colpito e per certi versi commosso l’accorato video appello dell’irriducibile mister degli striscioni che ha chiesto a viva voce tutti coloro che hanno a cuore le sorti del Vecchio Delfino di stare vicini alla squadra ( di lì l’iniziativa  di far accedere gratuitamente all’impianto tutti i tesserati del Settore Giovanile e di introdurre un apposito tagliando per massimo due accompagnatori che costerà 5 euro) in occasione del sempre sentitissimo derby in programma.Difficile fare un pronostico sul big match, vuoi per l’ atipicità dell’incontro vuoi per le caratteristiche imprevedibili dei due team. Di solito quando si ci orienta sulla tripla a farsi strada diviene forte la tendenza al segno X, come sono certi molti avranno messo in preventivo.Staremo a vedere. Da parte mia ritengo che vista la spiccata proiezione offensiva delle due contendenti, il tasso tecnico globale in campo e la presenza di diverse individualità forti sia nella giocata singola (colpi di testa in prima fila) che nell’opzione palle inattive, le emozioni non dovrebbero mancare compreso le realizzazioni. A decidere uno scontro che prevedo bilanciato come spesso accade potrà essere l’episodio. Buon divertimento quindi e viva lo sport!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: