Cultura e Musica

Spettacolo di danza contemporanea ai chiostri di Santa Caterina

Anche quest’anno “Percorsi Sonori”, la stagione musicale della città di Finale ligure, riserva uno spazio particolare alla danza contemporanea con tre spettacoli in cartellone. Il secondo appuntamento è quello di martedì 31 luglio alle ore 21,30 presso i Chiostri di Santa Caterina a Finalborgo, con il “Balletto di Liguria” guidato dal coreografo Carlo Torre e composto da Maura Nascioli, Erika Guglieri, Daiga Bondare, Alessio Cattaneo, Lorenzo Morrone, Davide Venier. Si tratta della seconda esibizione a Finale Ligure del corpo di ballo genovese che l’anno scorso aveva interpretato i Carmina Burana di Carl Orff e che quest’anno sarà impegnato in un’altra pagina capitale della musica e della danza del Novecento: la Sagra della primavera di Igor Strawinskij.

Il balletto mette in scena un rituale pagano dove una fanciulla veniva scelta per ballare fino alla morte, lo scopo era quello di ingraziarsi gli dei. Si tratta di uno spettacolo di forte energia ed impatto, in quanto il rituale vuole rappresentare in modo del tutto allegorico l’anima di ogni uomo che in base alla sua necessità si trasforma diventando buono o cattivo. Il tutto si svolge con passi concentrici dove la tecnica si unisce all’espressione. La musica di Stravinskij, con il suo ritmo incalzante ed ossessivo si adatta perfettamente ai turbamenti più profondi e nascosti dell’essere umano. Anche se la prima volta che fu eseguita a Parigi il 29 maggio 1913 con i famosi Balletti Russi di Sergej Diaghilev sollevò un grande scandalo per la sua modernità, la ritmica ossessiva e sconvolgente e le sonorità innovative (si trattò di uno dei più clamorosi “fiaschi” della storia della musica) subito dopo, ed oggi a maggior ragione, la Sagra della primavera è considerata una delle pagine più alte del Novecento e uno dei più grandi capolavori musicali di sempre.
Ingresso: intero euro 12, ridotto 10.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: