Cultura e Musica

Successo per il Convegno di cori a Valleggia

Dopo il crescente successo negli oratori – sempre più gremiti compreso l’ultimo, la chiesa di santa Rita, venerdì scorso – si è conclusa la quarta edizione di “Cantare e portare la croce”. Il Convegno diocesano delle corali si è svolto a Valleggia per festeggiare i sessant’anni del locale Coro Polifonico e infatti rientrava anche nella manifestazione “Grazie Giuse!” per celebrare questo anniversario e ricordare il maestro Giuseppe Rebella, scomparso lo scorso febbraio.

I saluti del vescovo Vittorio Lupi, che ha speso belle parole per queste occasioni di comunione e per l’impegno dei cori nella diocesi, del priore diocesano delle Confraternite Milly Venturino, che ha spronato i presenti a proseguire in questa iniziativa, hanno aperto la lunga giornata che ha visto la partecipazione di dieci gruppi corali, alternarsi in brevi esibizioni di circa 10 minuti l’una. Dopo la rassegna la Messa celebrata dal direttore dell’Ufficio liturgico padre Piergiorgio Ladone assieme al parroco di Valleggia don Giuseppe Pometto e a don Paolo Pozzoli giunto assieme alla “sua” corale Sacra Famiglia di Imperia, unica e gradita presenza extradiocesana del Convegno. La celebrazione ha visto i cori uniti cantare la Messa Concilio Vaticano II scritta dal maestro don Renzo Tassinari, di cui è stato eseguito anche il Credo, in occasione dell’anno della fede. Secondo tutti i direttori e coristi presenti la giornata è stata un grandissimo pomeriggio di amicizia, di confronto, di musica e soprattutto di lode al Signore, con il canto.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: