Attualità

Successo per la cerimonia di apertura del Sailing Campus

Ancora prima di iniziare, il Sailing Campus organizzato dalla Lega Navale savonese in collaborazione con la Onlus “Lo Spirito di Stella” e con il patrocino di Regione, Comune e ASL2 e le sponsorizzazioni di IL Gioco del Lotto e dei Lions ha già registrato un primo successo, non solo per gli 8 iscritti ma soprattutto per i numerosi nuovi contatti con disabili assistiti da ASL2, INAIL e AISM.

Infatti alla cerimonia di apertura tanto il Dott. Maurizio Modenesi, responsabile del Dipartimento disabili dell’ASL2, quanto la Dott.ssa Angela Rossi, vicario dell’INAIL, si sono dichiarati pronti a collaborare con l’attività annuale del Polo Nautico per Tutti, così come Arturo Asti, presidente AISM provinciale, intende far leva su questo evento per riuscire ad entrare in contattato anche con i giovani colpiti dalla sclerosi multipla, vincendo le loro esitazioni ad avvicinarsi alle associazioni con la potenza della comunicazione, in questo caso di quella preziosa operata da “Lo Spirito di Stella”, che a favore dei disabili ha promosso questi campus nel nord-est, a Trieste, in giugno, e a Caldonazzo (TN) la settimana scorsa, ed ora in Liguria, con la tappa savonese, che si concluderà domenica, e con quella di Spezia, a fine mese. L’aspetto saliente di questo evento a carattere nazionale è la collaborazione con Andrea Stella che, oltre a promuovere i Sailing Campus con la Onlus che ha costituto per dar voce ai diritti dei disabili, ribaditi anche dalle navigazioni del suo celebre catamarano “a misura di disabili” con cui ha tra l’altro attraversato l’Atlantico un paio di volte, prende parte personalmente ai campus con il suo velocissimo SKUD 18, la barca in “doppio” delle paralimpiadi, che nell’occasione completa la flottiglia di tre barche australiane Access 303 ora in dotazione alla LNI Savona, insieme ad una quarta unità messa a disposizione dall’importatore UpSail. Queste barche australiane a due posti si distinguono per la particolare semplicità e facilità di uso e sono quindi ideali per la vela “ricreativa”, a complemento delle quattro barche paralimpiche 2.4mR (singoli) in uso dal 2002 al Polo Nautico per Tutti savonese per la vela agonistica, quest’ultima particolarmente cara al CIP, come ha sottolineato oggi Pino Corso. Insieme agli allievi al loro battesimo della vela, ci sono anche partecipanti già pratici ma che si sono iscritti proprio per provare a cimentarsi sullo SKUD 18, complice forse il recente brillante 5° posto di Marco Gualandris e Marta Zanetti alle paralimpiadi. Insomma, ce n’è per tutti i gusti, dai principianti ai velisti che guardano oltre l’orizzonte alle prossime paralimpiadi, e per non farci mancare proprio niente all’appuntamento si è presentata anche la tramontana savonese che rende la vela davvero emozionante. Inoltre, fra gli iscritti al corso c’è anche la giornalista e attrice Antonella Ferrari, protagonista con le stampelle (vere, perché ha la sclerosi multipla) di “Centovetrine” e di numerose altre serie televisive, nonché madrina nazionale AISM, che darà vita ad un evento nell’evento presentando il suo libro “Più forte del destino”, sabato 15 settembre alle ore 18:30, in un apericena aperto al pubblico alla Lega Navale savonese. Ha aperto il campus il beneagurante varo della nuova Access 303, donata al Polo Nautico per Tutti dalla Fondazione De Mari.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: