Musica

Tappa a Mallare per la rassegna “Vivi Paese”

Prosegue il viaggio musicale proposto dalla rassegna “Vivi Paese”, organizzata dall’Associazione Musicae per l’Assessorato al Turismo e Cultura della Provincia di Savona, con il contributo della Fondazione “A. De Mari”, la Camera di Commercio di Savona e la Regione Liguria. Domani a Mallare, arie e romanze d’amore, eseguite da Paola Sanguinetti (soprano) e Davide Burani (arpa) faranno riemergere, alle ore 21.00, nel Santuario dell’Eremita, la storia di Aleramo e Adelasia, insieme ai terribili attacchi dei Saraceni.

Sarà l’attore Mario Pirovano a narrare l’avventurosa vita della Principessa Adelasia e del suo compagno Aleramo, che trovarono rifugio in quella che oggi viene denominata Riserva Naturalistica di Adelasia. Boschi a perdita d’occhio, ruscelli di acqua cristallina, grotte misteriose, incredibili panorami dalle alpi al mare sono i luoghi dove la coppia trovò riparo prima di dare vita alla nobile dinastia che per secoli dominò vaste terre fra Liguria e Piemonte. Il tema dell’amore sarà, poi, al centro del programma musicale proposto dal duo voce e arpa. Paola Sanguinetti e Davide Burani hanno scelto per la serata arie e romanze tratte dalle opere di grandi compositori che hanno segnato la storia della musica dal Settecento ai giorni nostri. Saranno interpretati brani di Wolfgang Amadeus Mozart, Gioacchino Rossini, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Jacques Offenbach, Francesco Paolo Tosti, Ernesto De Curtis, Cesare Cesarini, Luis E. Bacalov, Joseph Kosma. Paola Sanguinetti ha effettuato gli studi musicali presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma e li ha proseguiti frequentando l’Accademia Lirica Internazionale di Katia Ricciarelli. Nel 1994 ha vinto il Concorso Nazionale “Mattia Battistini” di Rieti. E’ stata protagonista di diverse opere liriche, quali La Cambiale di matrimonio di Rossini, L’Elisir d’amore di Donizetti, La Bohème di Giacomo Puccini, debuttata al Teatro Regio di Parma, La Vedova Allegra di Léhar in una produzione della Fondazione Toscanini, I Pagliacci di Leoncavallo a New Orleans, la Traviata di Verdi e Le Nozze di Figaro di Mozart a Basilea, Tosca di Puccini al
Teatro del Vittoriale di Gardone Riviera, Il Tabarro di Puccini al Teatro Politeama Greco di Lecce. Di recente è stata Donna Elvira nel Don Giovanni di Mozart, Desdemona in Otello di Verdi al Teatro Magnani di Fidenza e Leonora ne Il Trovatore al Teatro del Vittoriale di Gardone Riviera. Dal 1997 ha iniziato un’intensa collaborazione con il tenore Andrea Bocelli, esibendosi al suo fianco in innumerevoli concerti nei suoi tour mondiali ottenendo sempre ottime critiche. Svolge inoltre un’intensa attività concertistica sia in duo con l’arpista Davide Burani, sia con altre formazioni (“I solisti di Parma”, “Gli archi Italiani”, “Il quartetto di Cremona”), che l’ha vista applaudita protagonista nei Teatri italiani, oltre che in Germania, Svizzera, Olanda, Austria, Repubblica Ceca, Spagna. Davide Burani, modenese di nascita, si è diplomato brillantemente in pianoforte presso il Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova e ha ottenuto, con il massimo dei voti e la lode, il Diploma Accademico di Secondo Livello in arpa presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, sotto la guida di Emanuela Degli Esposti. Collabora con l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana, con I Virtuosi Italiani, con l’Orchestra “Bruno Maderna” di Forlì e Cesena, con l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “Arturo Toscanini” ed è fondatore e Presidente dell’Orchestra Sinfonica Cantieri d’Arte, con la quale, in collaborazione e sotto la direzione del M° Stefano Giaroli, si occupa della promozione dell’opera lirica in vari ambiti teatrali ed extra teatrali. E’ stato invitato a presentare i suoi lavori discografici presso gli studi di Radio Uno della RTSI di Lugano nel dicembre 2003 e presso RAI Radio Tre nel marzo 2008 nell’ambito della trasmissione Piazza Verdi condotta da Filippo Del Corno. Si esibisce in duo con il soprano Paola Sanguinetti, proponendo un elegante accostamento tra la voce lirica e l’arpa, nel repertorio originale tra Ottocento e Novecento, con il flautista Giovanni Mareggini e con l’arpista Emanuela Degli Esposti. Ha inciso per La Bottega Discantica di Milano il CD “Duo d’harpes aux XVIII siécle” con Emanuela Degli Esposti e “Flauto e arpa in concerto” con Giovanni Mareggini. Attivo anche nel campo didattico ed editoriale, è docente di arpa presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Modena e presso l’Istituto di Studi Musicali “Achille Peri” di Reggio Emilia.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: