Sport

Trasferta difficile, Corda incita i biancoblu

Dopo il pareggio conseguito dagli striscioni sul terreno del Bellaria, ecco la strana trasferta infrasettimanale sul terreno della Pro Patria, che è tornata prepotentemente in corsa per i play-off e che, in realtà, è la squadra più forte del girone, avendo totalizzato 60 punti, uno in più del San Marino. Pronostico sfavorevole dunque, ma l’anno scorso lo sfavorito Savona passò sul terreno dei bustocchi con un netto 2-0 (Facchinetti e Bottiglieri).

Certo è difficile capire come mai i dilettanti della Serie D giochino alla vigilia di Pasqua e i professionisti di Lega Pro riposino, appesantendo il campionato con un inutile turno infrasettimanale, ed è difficile anche capire perché mai Pro Patria e Rimini abbiano goduto di tre giorni di riposo contro i due di tutte le altre squadre; ed è anche difficile capire perché mai il Tnas si sia pronunciato solo su uno dei due ricorsi, restituendo due punti su quattro alla Pro Patria, mentre la decisione sui sei punti ancora in ballo sia stata spostata al 18 aprile, a sole tre partite dal termine. Ricordando gli inspiegabili (o spiegabilissimi?) tempi biblici delle decisioni delle giustizia sportiva, a volte peraltro rapidissima, veniamo alla giornata 33 di campionato di Seconda Divisione. A Bellaria, forse, il Savona avrebbe anche potuto vincere, ma l’espulsione di Pigoni a metà ripresa, ha costretto i biancoblu a difendere il pareggio e, tutto sommato, si tratta di un buon punto ma anche di un’occasione persa, considerando la vittoria in extremis del Mantova sul Cuneo. Non ho visto la partita, ma non posso fare a meno di notare come le ammonizioni siano state, guarda caso, ben cinque per il Savona contro una per il Bellaria. La classifica nelle zone calde è ora molto corta e sarà lotta dura sino alla fine del campionato. Contro la Pro Patria, che sarà priva di Serafini e Mora (17 reti segnate a tutt’oggi) ma conterà comunque su di un attacco di tutto rispetto, mancherà dunque Pigoni per squalifica, ma rientrerà Cattaneo. Fra le note incoraggianti della trasferta romagnola, condizionata dal forte vento (bell’aria!), il rientro di Antonelli e Amirante e l’esordio di Vignaroli. Questi giocatori potrebbero essere molto importanti per le ultime quattro partite, che saranno decisive per la salvezza. Ecco il programma della 34^ giornata di campionato (ore 15.00):
Cuneo-Casale; Entella-San Marino; Giacomense-Alessandria; Lecco-Rimini; Montichiari-Renate; Poggibonsi-Bellaria; Pro Patria-Savona (18.30); Sambonifacese-Borgo a Buggiano; Santarcangelo-Treviso; Valenzana-Mantova.
Classifica: San Marino 59; Casale 58; Treviso 57; Cuneo 55; Rimini 53; Pro Patria, Entella e Santarcangelo 49; Poggibonsi 48; Alessandria 45; Borgo a Buggiano 44; Renate 43; Savona e Bellaria 39; Giacomense e Mantova 37; Montichiari 33; Lecco 27; Sambonifacese 25; Valenzana 23.
Penalizzazioni: Pro Patria -11; Savona -7; Montichiari -3; Treviso -2; Alessandria -2.

Filippo De Nobili

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: