Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀCULTURAREGIONE

Tutto pronto per la 23esima edizione dell’Expò Valpolcevera, dal 9 all’11 settembre a Pontedecimo

Torna l’Expò della Valpolcevera, da venerdì 9 a domenica 11 settembre, nella delegazione di Pontedecimo; giunto alla 23esima edizione, l’evento ha un ricco programma(scaricabile sulla pagina Facebook Civ Pontedecimo) che coniuga intrattenimento, commercio, sport, prodotti locali, scoperta delle tradizioni, didattica ambientale ed enogastronomia.

Organizzato dalla Pro Loco Valpolcevera con Civ Ponte2000 di Confcommercio, con il contributo del Comune di Genova, Regione Liguria, Municipio Valpolcevera, Camera di Commercio di Genova e Amiu, l’Expò avrà il taglio del nastro inaugurale venerdì 9 settembre alle 17 con l’apertura degli stand dei produttori tipici locali, in via Poli. Tra gli eventi in programma nella giornata inaugurale, anche la gara podistica non competitiva Pontex Run di 5 chilometri con ritrovo e partenza alle 19 in via Poli: un percorso che si snoderà tra piazza Partigiani, via Isocorte, Ponte forestale, via Lungo Polcevera, piscine Fratellanza, Santa Marta Ceranesi e via Meirana; sabato 10 settembre, alle 10 l’apertura degli stand ed eventi fino a tarda sera nelle principali piazze e strade di Pontedecimo. Tra gli appuntamenti le  visite guidate Ponte tour alla scoperta del convento dei Frati e di altri luoghi caratteristici della delegazione, dimostrazioni dell’antica tradizione della pigiatura, un corso di preparazione del pesto al mortaio e il laboratorio didattico sulla raccolta differenziata a cura di Amiu; nella giornata conclusiva dell’intensa tre giorni,domenica 11, alle 9 la partenza del mountainbike tour Pontedecimo Madonna della Guardia da piazza Partigiani. Dalle 8, per le vie di Pontedecimo, si svolgerà la 34esima Fiera annonaria a cura dell’assessorato al Commercio del Comune di Genova.

Alle 10 Pontedêximo inte ‘n gotto, un viaggio eno-culturale in collaborazione con Enoteca regionale e Fisar e alle 10.30 l’esposizione bovina ed equina a cura di Ara Piemonte; alle 16 il corteo storico con i figuranti in costume animerà il centro di Pontedecimo per il 27esimo palio della Tavola Bronzea di Polcevera, con la maxi torta dei Genuati confezionata dalla pasticceria Poldo, con degustazione in piazza Partigiani. Il corteo attraverserà via Poli, piazza Arimondi, con gli sbandieratori, via Anfossi, via del Canto, via Gallino, piazza Pontedecimo. Per il ritorno del 34esima Fiera di Pontedecimo e il 23mo Expò Valpolcevera è garantita anche la partecipazione degli istituti culturali del Comune di Genova; la Valpolcevera ha un elemento iconico e fondativo, che è noto proprio come la “Tavola bronzea del Polcevera, una sottile lastra di una lega di stagno e piombo, che riproduce una sentenza del senato di Roma del 117 a.C.Rinvenuta casualmente da un contadino a Pedemonte, sul greto del Polcevera nel 1506, questo reperto è non solo importante per la storia locale del territorio, ma anche per la storia del diritto, dell’epigrafia e della linguistica; in questo senso, una fedele riproduzione della Tavola (l’originale è custodito nel Museo civico di Archeologia ligure a Pegli e non può essere spostato per motivi conservativi) aprirà il corteo storico, come da tradizione e sarà un’ospite d’onore della manifestazione. Il pubblico potrà vederne la perfetta riproduzione 3D. Realizzata in collaborazione con CNR-Istituto di Matematica Applicata e Tecnologie Informatiche di Genova nell’ambito di un progetto europeo e attraverso un programma informatico con il CNR IMATI, la riproduzione presenterà il testo in latino e in italiano, oltre a tutte le informazioni utili per comprendere l’epoca e le condizioni di questa antica disputa sui confini dei territori tra due tribù, i Genuati e i Vituri; durante la rassegna sarà organizzata una conferenza di presentazione sulle recentissime e ancora inedite scoperte fatte dagli archeologi sulla Val Polcevera, il nuovo itinerario della via Postumia e i Liguri del ponente cittadino.

“Questa manifestazione è in costante crescita e la sinergia che parte dai Civ e dalle Pro Loco dimostra che i diversi enti coinvolti ci credono”, dichiara Paola Bordilli,  assessore alle Pro Loco del comune di Genova, “ed avremo tante attività insieme appartenenti a diversi settori come il commercio, le produzioni locali, lo sport ed il corteo storico. L’edizione 2020 è saltata mentre lo scorso anno si è svolta in formato ridotto e quest’anno avremo un messaggio di ripresa che coinvolge Pontedecimo e tutta la vallata; sarà anche presente una riproduzione in 3D della tavola bronzea che vedremo in mostra durante l’evento e ringrazio la regione per la collaborazione. Tutto ciò è frutto di un costante lavoro con il Civ e la Pro Loco di zona che ringrazio; la voglia di rinascita passa da eventi di questo tipo e la partnership con il municipio è stata fondamentale. Ci saranno tanti bellissimi momenti coinvolgendo anche la cultura e sono contenta perchè si riparte; torna il corteo senza dimenticare la fiera del bestiame che è nuovamente viva”.

Stessa soddisfazione da parte di Andrea Benveduti, assessore regionale allo sviluppo economico :”Sono contento che eventi di questo tipo possano ripartire e la regione sostiene economicamente eventi del genere perchè valorizzano ed aiutano le attività del territorio; è altresì necessario supportare il commercio e l’artigianato ed abbiamo creato per queste due categorie la Cassa Artigianato e la Cassa Commercio, primi interventi del genere in Italia. Il commercio di prossimità deve crescere poichè i prodotti del territorio sono importanti ma gli operatori sono preoccupati dal caro energia”.

“E’necessario recuperare alcune aree del territorio e mettere le vallate al centro è la vera ripartenza”, sottolinea Maurizio Caviglia, segretario generale Camera di Commercio di Genova, “ma voglio anche ricordare che la locandina dettagliata ed il depliant mostrano una coesione importante tra tutte le realtà territoriali. Sono tante le realtà che fanno vivere il territorio e la collaborazione con la regione ed il comune è importante; le difficoltà dovute alla pandemia ed al caro energia mettono le aziende in crisi ma è fondamentale far conoscere gli eventi e le attività che promuovono il territorio. La manifestazione ha in sè la valorizzazione dei prodotti locali e tutti possono vedere le eccellenze del territorio; saranno poche le attività presenti ma di qualità anche perchè i costi sono alti e realtà come il Civ e la Pro Loco riguardano tutti”.

“L’evento mi piace ed è frutto di un lavoro di squadra appoggiato dalle istituzioni”, afferma Federico Romeo, presidente del Municipio V Valpolcevera, “ed il calendario è molto ricco. Ringrazio il Civ e la Pro Loco dicendo che sono tanti i negozi che aderiscono ma è altrettanto importante la presenza del corteo storico, della sfilata del bestiame, delle associazioni sportive e culturali e tanti altri. Tutte le attività fanno sinergia ed i risultati si vedono; la parte storica è molto importante anche perchè siamo giunti all’edizione numero 23 e le novità sono tante”.

“Abbiamo 40 attività affiliate e nonostante tutto sono molte le difficoltà ma siamo orgogliosi di questa manifestazione”, commenta la vicepresidente Civ Ponte2000-Confcommercio Battistina Dellepiane, “che ha dietro tanto volontariato ed amore per il territorio. Pontedecimo non è la periferia di Genova e siamo molto legati tra di noi; il presidente del Civ ha la responsabilità penale di tutto perchè firma le richieste. L’Expò si tiene da 22 anni e spero che la situazione internazionale si aggiusti anche per aiutare le aziende”.

“Ringrazio la regione, il comune, il municipio e la Camera di Commercio”, ricorda il presidente della Pro Loco Amato Cosso, “e lavoriamo bene anche con il Civ. Quest’anno abbiamo portato pochi animali visto che lo spazio è poco ma nel 2023 avremo una cosa più grande; spero vengano tante persone perchè l’impegno di tutti è stato notevole”.

“Siamo orgogliosi di questa manifestazione che riparte e rinasce ed è il frutto di un lavoro fatto tra diverse realtà territoriali; in questo modo le tradizioni non si perdono ed il lavoro di tante persone che ci credono viene valorizzato. L’Expò ha in sè una forte identità territoriale ed è bello che l’evento si svolga come in passato; ringrazio i negozi, le associazioni culturali e sportive dicendo che qui si presenta l’identità della terra com’era un tempo e tutti lavorano per il territorio. Questa zona ha sofferto molto e si merita questo evento che ha tanti eventi correlati molto importanti; sono tante le cose fatte e l’offerta è ampia”, conclude Alessio Bevilacqua, consigliere comunale delegato alle vallate.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: