Cultura e Musica

Ultimo appuntamento con i Concerti dei Turchini

Domani a Loano, alle ore 21.00, nell’Oratorio N.S. del SS. Rosario, si svolgerà l’ultimo appuntamento estivo della rassegna “I Concerti dei Turchini”, organizzata dalla Confraternita delle Cappe Turchine con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano. Ospite della serata musicale sarà la clavicembalista e musicologa Emilia Fadini che presenterà “Concerto di clavicembalo”.

Emilia Fadini, artista di fama internazionale, è considerata fra i pionieri dello studio e dell’esecuzione storicamente informata della musica antica in Italia. Svolge attività concertistica al clavicembalo e al pianoforte storico unitamente alla ricerca musicologica.  Il concerto sarà dedicato a quella che viene considerata la massima espressione della letteratura per clavicembalo con brani del grande compositore napoletano Domenico Scarlatti e di Carl Philipp Emanuel Bach. Emilia Fadini si è diplomata in pianoforte e in clavicembalo presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Ha insegnato nei conservatori di Bolzano e Verona ed è stata docente di clavicembalo in quello di Milano, dove, alla fine degli anni settanta, ha partecipato alla fondazione dei “Corsi Popolari Serali di Musica” (CPSM). Cessato l’insegnamento al conservatorio nel 1991, ha istituito i corsi di musica antica presso la Scuola Musicale di Milano, dove attualmente insegna clavicembalo, fortepiano e clavicordo. Alla sua scuola si sono formati numerosi clavicembalisti assurti in seguito a fama internazionale, quali Ottavio Dantone ed Enrico Baiano. Ha pubblicato diversi saggi e articoli riguardanti l’interpretazione della musica antica, da quella rinascimentale a quella del primo ottocento. Per la Casa Ricordi ha pubblicato le composizioni per clavicembalo di Alessandro Poglietti e cura la nuova revisione critica delle Sonate di Domenico Scarlatti. È autrice, in collaborazione con Alda Beltasich, di due saggi: uno sulla storia della notazione per gli strumenti a tastiera fra il XIV e il XVIII secolo e l’altro sulle diteggiature antiche, (“Il clavicembalo” Torino, EDT, seconda ediz. 2005). Recentemente, in collaborazione con Maria Antonietta Cancellaro, ha pubblicato “L’accentuazione in musica Metrica classica e norme setteottocentesche”, edito da Rugginenti, Milano, 2009. La Casa discografica Stradivarius le ha affidato la direzione dell’integrale dette Sonate di Domenico Scarlatti che prevede la collaborazione di diversi clavicembalisti italiani. Suoi sono il primo, il quinto e l’undicesimo volume della raccolta.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: