Attualità

Vacanze in Sardegna a settembre

Settembre è il mese migliore per visitare l’isola di Sardegna: i turisti sono meno, il caldo dà tregua, le spiagge sono belle, pulite e le distanze diventano ancora più ampie, non ultimo i costi sono molto più moderati. Tantissimi sono i liguri ed i savonesi in particolare che scelgono di fare vacanze last minute in Sardegna anche grazie alle proposte di Eden Viaggi. Questa estate è stata strana: persino il caldo è stato esagerato ma visitare l’isola in settembre regala emozioni infinite. 

 

3 borghi da non perdere per le vacanze in Sardegna

La Sardegna oltre il mare ha tanto altro, andare per borghi è qualcosa di infinitamente romantico, perfetto per il mese di settembre. Oltre le spiagge esistono luoghi particolarmente belli da scoprire, conoscere, visitare.

 

  1. Bosa: antico borgo medievale nella costa ovest conserva un centro storico unico nel suo genere con abitazioni sviluppate in verticale dai colori quasi magici. Un luogo particolare perfetto per chi cerca ispirazione e magia, dolcezza e lentezza. 
  2. RoccaDoria Monteleone: un piccolo borgo in cima ad una collina, un luogo dove il sole non tramonta. Dal borgo è possibile osservare una bella diga, fare passeggiate e respirare un’aria medievale. Vale la pena scoprire un angolo di Sardegna così.
  3. Atzara: un piccolo borgo quasi sperduto tra colline e pendii nel cuore della Sardegna. Nel Mandrolisai, a pochi passi dal centro geografico dell’Isola e forse persino del mondo, in questo angolo di isola tra vicoli ed abitazioni si ammira il vero spirito di Sardegna.

 

Vacanze in Sardegna: cosa assaggiare

La Sardegna lo si sa offre delizie gastronomiche di altissimo livello in particolare per chi apprezza la cucina poco raffinata.

  • Maialetto arrosto: piatto sardo per eccellenza, si tratta di un piccolo maiale di circa 6 mesi cucinato arrosto alla brace. Solo in Sardegna lo si può gustare.
  • Culurgiones: primo piatto principe della cucina isolana, i migliori sono ovviamente in Ogliastra. Un raviolo grande lavorato a mano, servito in un piatto con una porzione media di sei pezzi. I culurgiones si assaporano con un sugo leggero di pomodoro fresco.
  • Malloreddus: gnocchi secchi, pasta ancora lavorata a mano, serviti al sugo. Un sugo particolare rafforzato con carne di salsiccia o di maiale.
  • Bottarga: uova di muggine affumicate, ottime per condire la pasta.
  • Seadas: sfoglia ripiena di formaggio fritta e servita con miele, un delizioso fine pasto.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: