Home > Attualità > Corinna Cagni prima donna Savonese diplomata in Tanatoesteta

Può operare nel suo lavoro con un certificato

Corinna Cagni prima donna Savonese diplomata in Tanatoesteta

Può operare nel suo lavoro con un certificato

Si chiama Corinna Cagni e da poche settimane, dopo un corso lungo e difficile, ha ottenuto il diploma di Tanatoesteta . Corinna è nata nata a Savona il 15-5-1992, e vive  a Celle Ligure dove  è cresciuta e dove collabora nell’azienda di famiglia, la Onoranze Funebri R.I.P di Celle Ligure.  E’ la prima donna in provincia di Savona e la seconda il Liguria ad aver ottenuto il diploma in Tanatoprassi, quindi l’unica in provincia di Savona che può affermare  di essere un tanatoprattore e che può operare in possesso di un certificato. Abbiamo incontrato Corinna e con lei abbiamo spaziato a 360° del suo lavoro

Qual è la differenza tra Tanatoprassi e Tanatoestetica ?

“La tanatoprassi è l’equivalente dell’imbalsamazione cadeverica, purtroppo ad oggi in Italia è ancora vietata, per ora rimane solo un disegno di legge sotto osservazione del senato, nel frattempo ci accontentiamo di mettere in pratica la tanatoestetica, tecnica più orientata verso l’estetica della salma. Grazie alla tanatoestetica possiamo avere degli ottimi risultati sulla conservazione cadaverica a breve termine, si parla di 2-5 giorni massimo”.

Perché è importante la Tanatoestetica

La tanatoestetica è fondamentale perché permette di ridare una dignità alla salme, grazie alla tanatoestetica possiamo evitare spiacevoli situazioni sia visive che odorose o di perdite di liquidi, inoltre grazie al trucco cadaverico, possiamo donare alla famiglia l’ultimo ricordo del loro caro che apparirà quasi dormiente”.

Come si è avvicinata a questo lavoro?

“ Mi ha sempre affascinato molto capire cosa succedesse dopo la morte, così ho iniziato con il fare delle semplici esumazioni/ estumalazioni presso i cimiteri, dopo mi sono concentrata di più sulle vestizioni e sui trucchi cadaverici, perché mi premeva riuscire a rendere meno traumatica la morte agli occhi dei parenti”.

Come si svolge il suo lavoro?

“ per prima cosa analizzo la salma per saper su cosa dovrò concentrarmi maggiormente, dopodiché procedo con il lavaggio, la disinfezione, il tamponamento diciamo che questa sono le tre fasi che precedono la vestizione vera e propria, dopo la vestizione avviene il trucco cadaverico, che inizia con un massaggio al viso per ridare ai muscoli la naturalezza di sempre”.

Nella foto il professor Javier Eduardo Chavez Inzunza con la neo diplomata Corinna Cagni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *