mercoledì, Ottobre 16, 2019
Home > Attualità > IL SAVONESE ALLE PRESE COL TURISMO “LOW COST”

IL SAVONESE ALLE PRESE COL TURISMO “LOW COST”

Il cosiddetto turismo “low cost” , ovvero l’ “escursionismo”  che certi frequentatori della Riviera cercano di praticare con  il minimo di spesa , è alla ribalta e riguarda, in questi fine settimana, coloro che provengono da oltre Appennino in pullman e cercano spazi liberi dove sistemare frigo e ombrelloni se non tende, in alcuni casi, che la Polizia locale e la  Guardia Costiera fanno in  genere smontare. Quando è il momento del rientro, capita che  gli “escursionisti” si dirigano in massa verso gli stabilimenti balneari prossimi alle spiagge libere per una capatina alla toilette o per una doccia e ciò crea disagi perchè l'”assalto” , anche e soprattutto a livello igienico, può far degenerare  le condizioni di normale ordine e pulizia.

Così si esprime Filippo Pizzo, della cooperativa Acquamarina, che gestisce le spiagge libere attrezzate di Alassio: “Noi siamo contro questo tipo di turismo che, purtroppo danneggia Alassio e in generale la riviera senza portare nulla alle città e alle attività commerciali se non disagi, disordini e sporcizia. Ieri sera la Spiaggia Libera attrezzata n.8 che è anche una delle più grandi era piena di persone. Le Forze dell’Ordine sono poi intervenute per tenere sotto controllo la situazione.”

Afferma il Presidente dei balneari di Alassio Ernesto Schivo: “Qualche problema c’è sopratutto per gli stabilimenti balneari che confinano con le spiagge libere. Il comune dovrebbe attrezzare meglio le spiagge libere garantendo un numero di servizi e di docce adeguato. Comunque il problema si genera perchè la costa ligure si trova a vivere un fenomeno di erosione continua e ad avere sempre meno spazi.”

Sembra però, che, in questo fine settimana, la situazione sia migliorata rispetto a quanto si è registrato settimane addietro. In merito spiega il sindaco di Laigueglia,  Franco Maglione: “Rispetto agli oltre 16 bus di un paio di domeniche fa credo che la situazione sia nettamente migliorata. Questo senza dubbio grazie ai controlli operati già ieri notte dalle Forze dell’Ordine coordinate dalla Prefettura, ma anche grazie alla campagna di informazione avviata con le compagnie dei pullman che avevamo censito e contattato immediatamente, sia grazie all’informazione data dai media. Abbiamo voluto telefonare nei giorni scorsi a diverse compagnie per spiegare la situazione che abbiamo in Liguria ed i problemi di spazi. Abbiamo inoltre fatto presente alcune ordinanze che devono essere rispettate sul territorio. Tutto questo probabilmente è stato compreso ed oggi la situazione appariva ben più tranquilla. Il prossimo weekend partiremo anche con la distribuzione dei volantini e speriamo che questa sia stata la strada giusta”.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *